Come riconoscere un diamante

È utile sapere come riconoscere un diamante. Vi sono dei semplici test che possiamo effettuare per determinare se la pietra in questione è un diamante o uno zircone.

Fonte: flickr

Come riconoscere un diamante? Vi siete mai chiesti se un diamante è vero? Anche per gli appassionati può essere difficile distinguerne uno vero da uno falso. Qualche semplice test può essere utile se si dispone di vecchi gioielli con diamanti, ereditati da una nonna o una zia, e si voglia conoscere il loro valore.

In primo luogo si può utilizzare un foglio di carta e disegnare con la penna un punto sul foglio. Prenderemo quindi la pietra in questione e la porremo sulla carta. Posizioneremo il diamante in basso e centrato rispetto al punto. Sovrapponendo la pietra al punto, nello zircone il riflesso circolare del segno apparirà facilmente attraverso il padiglione. Al contrario, nel diamante il riflesso risulterà quasi impercettibile. Esistono anche altri metodi su come riconoscere un diamante.

Con una bilancia di precisione è possibile distinguere un diamante da uno zircone . Uno zircone pesa quasi il doppio di un diamante delle stesse dimensioni. 1 carato di diamante ha un peso di 0,20 grammi. Esso, a differenza dello zircone, ha una durezza massima ed è inalterabile nel tempo. Con l’uso di una lente d’ingrandimento possiamo ottenere una buona panoramica delle sfaccettature e della superficie della pietra. In un diamante non riusciremo mai a vedere graffi ed ammaccature. In più, i bordi tra le sfaccettature saranno molto taglienti e appuntiti. In uno zircone vedremo più facilmente graffi e i bordi saranno più arrotondati. Tuttavia, le imperfezioni nella pietra, come una piccola macchia o cambiamenti di colore nel minerale, sono indicativi di un vero diamante . Lo zircone, prodotto sinteticamente in laboratorio, non contiene tali imperfezioni naturali.

Un altro espediente molto semplice consiste nel provare a graffiare un pezzo di vetro con il lato tagliente del diamante. Se può fare un segno sul vetro, c’è una buona probabilità che sia autentico. Ed ancora: possiamo alitare sulla pietra. Se essa si appanna, probabilmente non è autentica, perché altrimenti non potrebbe trattenere l’acqua del fiato avendo una superficie troppo liscia.

Infine, per concludere i consigli su come riconoscere un diamante, diremo che quelli veri sono quasi sempre incastonati in metalli di qualità. Quindi, se si dispone di un anello, ad esempio, lo osserveremo per determinare di cosa è fatto. I metalli preziosi come l’oro e l’argento riportano iscrizioni quali 10K, 14K, 18K, 585, 750, 900, 950, Plat. Se vedete le lettere C.Z. il diamante non sarà autentico, trattandosi, invece, di un Cubic Zirconia , ovvero diamante sintetico.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook

vedi tutti