0, 0, 3, 1, 2, 0, 0 trend

Dona un rene e salva la compagna gravemente malata

Il trapianto è avvenuto con successo a Torino, presso l'ospedale Molinette

Quanto accaduto a Torino, alla vigilia della Festa della donna che ricorda il sacrificio delle lavoratrici e rammenta il grande valore simbolico del loro lavoro, ha dello straordinario. Ancora di più se si scorre il calendario e si osserva l’incrocio con la Giornata mondiale del rene programmata per giovedì.

Presso l’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, un uomo di 52 anni ha donato un rene salvando la vita della propria compagna di 44 anni (affetta da rene policistico) costretta alla dialisi.

L’intervento di prelievo del rene è avvenuto in laparoscopia dal donatore ed è stato eseguito dagli urologi Paolo Gontero e Giovanni Pasquale (équipe Urologia universitaria professor Gontero), riferisce La Stampa.

Nella seconda sala operatoria, non molto distante da dove veniva operata la compagna, era effettuato il trapianto del rene sulla ricevente dai chirurghi vascolari Maurizio Merlo e Claudia Melloni (équipe Chirurgia vascolare ospedaliera dottor Merlo) e dall’urologo Giovanni Pasquale, con gli anestesisti Fabio Gobbi ed Antonella Marzullo (équipe Anestesia e Rianimazione).

Secondo le ultime informazioni, i due pazienti sono ricoverati presso la degenza e la terapia subintensiva della Nefrologia universitaria, diretta dal professor Luigi Biancone.

Una storia commovente, ma anche di grande speranza e non solo per questa coppia. “Nel 30% dei trapianti da donatore vivente il donatore è di sesso maschile e questa percentuale è in progressivo incremento, sulla scia dell’aumento del numero dei trapianti da vivente in Italia”, ha dichiarato a La Stampa il professor Biancone.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti