2, 2, 0, 0, 0, 2, 0 trend

Dormire con il cane fa bene. Lo dice la scienza

Dormire con il cane fa bene. A svelarlo è una ricerca scientifica, che svela anche una condizione importante per un sonno di qualità

Dormire con il cane fa bene. A rivelarlo una ricerca scientifica realizzata dalla Mayo Clinic, che ha analizzato le abitudini notturne di 40 persone che consentivano ai loro quattro zampe di dormire nella camera da letto. Studiando il sonno di questi proprietari, gli esperti hanno scoperto che avere il proprio amico fedele accanto durante la notte apporta dei benefici, a patto che non sia sul letto.

La ricerca, pubblicata su Mayo Clinic Proceedings, è stata realizzata con l’obiettivo di valutare come la presenza del cane influisca sul sonno del padrone. Nel 2015 un’indagine dello stesso istituto aveva scoperto che su 150 persone con disturbi del sonno più della metà dormiva in camera con il proprio cane, un fattore che, secondo la loro stessa ammissione, incideva sul riposo.

Da tempo gli appassionati di animali sono divisi sul tema. C’è chi sceglie di far salire fido sul letto, chi preferisce riservargli una cuccia accanto a sè e chi invece lo fa dormire in un’altra stanza. Questo nuovo studio ha coinvolto 40 volontari abituati a dormire con il proprio animale domestico. Nel corso di cinque mesi i cani hanno indossato degli accelerometri per valutare la qualità del sonno dei soggetti coinvolti nell’esperimento.

“Abbiamo scoperto che molte persone si trovano effettivamente a proprio agio e provano un senso di sicurezza nel dormire con i loro animali” ha spiegato Lois Krahn, specialista nella medicina del sonno.

Attenzione però, perché gli esperti hanno evidenziato un’importante differenza: chi fa dormire il cane nella stanza, mantenendo però le distanze, dorme bene, mentre chi sceglie di farlo salire sul letto non ha una buona qualità del sonno. Infine i ricercatori hanno svelato un piccolo dettaglio che però non è trascurabile: tutti i quattro zampe coinvolti avevano più di sei mesi. Con i cuccioli iperattivi invece il pericolo di affrontare notti insonni è sempre in agguato.

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti