L’elefante scappa dal circo e fa un giro in città

Il pachiderma è stato ritrovato mentre masticava la siepe di un giardino privato

Ha approfittato di un attimo di distrazione del suo addestratore per uscire a fare una passeggiata, l’elefante africano che è “scappato” – fortunatamente per pochi minuti – dal Circo di Rinaldo Orfei che faceva tappa a Sorso, in Sardegna. Forse stanco dei compagni di viaggio, il pachiderma ha attraversato la strada e ha percorso contromano alcune centinaia di metri.

Gli abitanti della piccola cittadina sarda non si sono lasciati prendere dal panico e si sono affrettati a fotografare e riprendere il singolare “pedone”, per poi pubblicare tutto sui social, abitudine ormai consolidata per ogni stranezza o evento che si verifica intorno a noi.

Nel corso della sua fuga, l’elefante ha raggiunto il giardino di una casa, forse attirato dai cespugli verdi e ha pensato bene di fare uno spuntino proprio strappandone qualche arbusto. Quando è arrivato l’addestratore, il pachiderma era proprio intento a masticare l’erba della siepe, ignaro dell’allarme provocato.

Successivamente, sono state rese note anche le generalità dell’elefante “ribelle”, il suo nome è Caciula ed è una giovane femmina molto golosa. Proprio questa particolare caratteristica ha spinto l’animale ad allontanarsi, attratto dall’odore dei cespugli delle vicine villette.

Il Circo di Rinaldo Orfei era arrivato a Sorso, in provincia di Sassari, da qualche giorno e gli operai stavano smontando la tenda per fare tappa in un’altra località della Sardegna, Valledoria. Gli animali non vengono tenuti in catene ma sono liberi di muoversi, ognuno nel proprio recinto, per ridurre al minimo lo stress. L’elefantessa ha approfittato della distrazione degli operai, intenti nelle operazioni di smontaggio, per sgattaiolare fuori dal proprio recinto e fare una passeggiata in centro.

Dopo una denuncia ai carabinieri di Sorso per malgoverno di animali, la direzione del Circo Rinaldo Orfei ha tenuto a precisare che Caciula non è scappata perché abbandonata a se stessa ma perché l’addetto alla sua sorveglianza (in termini tecnici keeper) era andato a dare il suo aiuto a un collega che era in difficoltà con un cavallo. Infatti, continua il comunicato della famiglia Orfei, l’elefantessa non ha opposto alcuna resistenza nel tornare nella propria gabbia.

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti