1, 2, 0, 1, 0, 2, 0 trend

Le frontiere di Garbo: una playlist per Supereva

Garbo - pioniere della New Wave italiana - ci ha regalato una playlist sulle frontiere, fisiche e sonore

Garbo

Garbo, uno dei protagonisti indiscussi della stagione new wave italiana, ha deciso di regalarci una playlist unica nel suo genere, che affronta e racconta il tema della “Frontiera”, sia essa fisica o sonora.

“Quello della frontiera è un argomento che mi riguarda ed è anche di grande attualità”, ha spiegato Garbo. “Sono quelle che i nostri padri hanno varcato per combattere in passato (mio padre e mio nonno, durante la Prima e Seconda Guerra Mondiale). Quelle dei nostri ragazzi che scappano all’estero per poter lavorare. Quelle di chi cerca di oltrepassare la Frontiera dall’Africa, dall’Asia, dall’Est. Quello di chi – come me – cerca sempre nuove Frontiere sonore”.

La playlist di Garbo inizia con quattro brani che hanno segnato la sua carriera: il singolo d’esordio, “A Berlino…Va bene”, che lo portò al successo nel 1981, “Lili Marlene”, “Mekong” e “Frontiere”, quest’ultimo tratto dal secondo album: “Scortati”. Fra gli artisti che hanno maggiormente influenzato Garbo c’è David Bowie, non a caso il cantante ha scelto di ricordarlo con il brano Heroes. Troviamo poi “Forbidden Colours” di Ryuichi Sakamoto, “Say Goodbye To The Little Girl Tree” di Nick Cave e infine “This Country” di Fever Ray,  estratto dal recentissimo album “Plunge”.

Vero nome Renato Abate, Garbo è stato insieme a Faust’O, ai Diaframma, Enrico Ruggeri e Gazebo, uno fra i grandi esponenti della new wave nel nostro paese. Classe 1958, debuttò nel 1981 con l’album “A Berlino…Va bene”, da cui venne estratto l’omonimo singolo. Nel 1982 pubblicò l’album “Scortati”, che conteneva i brani “Generazione” e “Vorrei Regnare”. Fra i suoi singoli più famosi troviamo “Quanti Anni Hai?” realizzato con la partecipazione di Antonella Ruggiero dei Matia Bazar e “Radioclima“, con cui partecipò al Festival di Sanremo nel 1984 vincendo il “Premio della Critica”. Da allora la carriera di questo poliedrico artista non si è più arrestata e prosegue oggi sul filo della sperimentazione.

Quindici album e quasi trenta singoli che lo hanno portato – negli anni – ad ispirare artisti come i Bluvertigo e i Subsonica. Di recente Garbo ha deciso di ripubblicate i suoi primi lavori, regalando ai fan un doppio cd arricchito con una serie demo e provini inediti.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti