Il mistero di Agata, il fantasma innamorato del castello di San Pietro in Cerro

Nel castello di San Pietro in Cerro si aggira una misteriosa ed inquietante presenza, da tutti soprannominata il fantasma di Agata

Tra le stanze del magnifico castello di San Pietro in Cerro, si aggira il fantasma di Agata, una fanciulla sulla cui vita poco ci è dato conoscere. A raccontarci dell’assurda vicenda è lo stesso proprietario dell’imponente costruzione, il noto e stimato storico d’arte Franco Spaggiari. L’uomo, nel corso degli ultimi anni, ha avuto la sfortunata occasione di vivere in prima persona alcune inquietanti, inspiegabili e misteriose esperienze. Durante alcune tra le sue frequenti visite al castello di San Pietro in Cerro, egli avrebbe più volte avuto modo di notare luci che, in totale autonomia, si accendono e si spengono senza controllo.

Le emozioni provate da Franco Spaggiari sono spaventose. Egli vive con la costante paura di non essere solo, ma di condividere la stanza con un’altra misteriosa presenza, un fantasma. Agata, è questo il nome scelto da Spaggiari per la strana presenza. Agata significa gentile e non è un caso che la decisione sia ricaduta proprio su tale nome. Il fantasma in questione infatti non sarebbe malvagio, ma comparirebbe solo nel caso di particolari circostanze per contribuire a portare gioia e fortuna.

Agata, a detta di Franco, un tempo era una giovane ragazza molto dolce che credeva fermamente nell’amore e nei legami affettivi. Il suo spirito oggi viene percepito come quello di una presenza buona, che non chiede nient’altro se non di poter trascorrere le proprie giornate all’interno del magnifico castello, di recente ristrutturato per mano dello stesso proprietario. Il castello di San Pietro in Cerro è meta di tanti turisti e curiosi che quotidianamente si recano presso il piccolo borgo, sperando di scorgere qualche segno legato alla possibile presenza di Agata.

Secondo una leggenda, Agata sarebbe stata una giovane fanciulla che, innamoratasi di uno scudiero, aveva programmato le sue nozze. Un contadino del luogo però, geloso per non essere riuscito a conquistare Agata, uccise nel sonno il suo futuro sposo. La ragazza, scoperto il fatto, decise di togliersi anch’essa la vita e si lasciò cadere dalla cima di una delle torri più alte del Castello di San Pietro in Cerro. Questa è solo una leggenda, ma tanti amano pensare che lo spirito della fanciulla vaghi ancora nel castello.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti