0, 1, 0, 1, 0, 0, 0 trend

L'incredibile passeggiata dei polpi in spiaggia

Da giorni non si parla d'altro che dell'incredibile passeggiata dei polpi che, usciti dall'acqua, hanno iniziato a camminare su una spiaggia in Galles

L’incredibile passeggiata dei polpi sulla spiaggia ha conquistato il web. Il video è stato girato a New Quay, sulla costa del Galles nella zona di Ceredigion. Le immagini sono davvero spettacolari e mostrano decine di polpi che letteralmente “camminano” utilizzando i tentacoli. Gli animali strisciano fuori dall’acqua e si vanno a spiaggiare.

A girare la clip è stato Brett Jones, proprietario del SeaMor Dolphin Watching Boat Trips, un’associazione che si occupa dell’avvistamento dei cetacei. Erano le 22 e l’uomo stava tornando da un’escursione quando si è trovato davanti agli occhi uno spettacolo unico nel suo genere. Quasi trenta cefalopodi che camminavano sulla spiaggia. L’uomo ha ripreso la scena con il telefonino e ha tentato di salvare gli animali, riportandoli in acqua, purtroppo però molti erano già morti.

“Uscivano e strisciavano fuori. Sembrava uno scenario da fine del mondo. Forse erano venti o venticinque, mai visto nulla di simile – ha svelato Jones raccontando l’episodio – abbiamo fatto quel che potevamo per aiutarli”.

Il video finito sul web ha scatenato paura e polemiche. In tanti infatti sono convinti che l’esodo dei polpi, usciti dall’acqua, sia un segnale della fine del mondo. Cosa c’è di vero? In realtà non è raro vedere questi animali uscire dall’acqua, spesso infatti si possono scorgere mentre camminano sugli scogli o sulle rocce. Nonostante ciò è difficile avvistarli su una spiaggia. Qualche tempo fa era accaduto in California nella riserva marina di Fitzgerald. Secondo i biologi però quello che si è verificato in Galles è del tutto particolare. L’evento infatti si è ripetuto per un periodo lunghissimo, pari almeno a tre giorni, durante i quali i polpi si sono riversarti sulla spiaggia.

Per gli esperti i polpi sarebbero stati confusi da alcune tempeste (prima Ophelia poi Brian), che hanno agitato le acque gallesi e irlandesi. Secondo James Wright, del National Marine Aquarium di Plymouth, si tratta di un fenomeno che “ci indica qualcosa di sbagliato. Quell’area è stata colpita da due recenti fenomeni di bassa pressione e il maltempo potrebbe aver influito sul loro comportamento”.

I polpi, lunghi 50 cm, sono comuni in questa zona della costa. Si trovano solitamente a 100 metri di profondità e cacciano di notte. “Questo è un comportamento estremamente strano –  ha spiegato Steve Simpson, biologo dell’Università di Bristoled – è raro che si addentrino così tanto sulla terra asciutta: difficile immaginare che sia per il cibo”.

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti