0, 1, 0, 0, 1, 0, 0 trend

Chi è Liberato, il misterioso producer dietro la hit Nove Maggio

Tutto su Liberato, il misterioso producer che si nasconde dietro "Nove Maggio"

Fonte: Youtube

Chi è Liberato, il misterioso producer che si nasconde dietro la hit “Nove Maggio”? Il produttore partenopeo ha conquistato tutti grazie alla sua capacità di mescolare in modo perfetto lo stile r’n’b e hip hop con la musica napoletana.

Liberato è arrivato al successo in modo inaspettato, senza etichetta, amicizie, uffici stampa e contatti. A lanciarlo è stata la rivista “Rolling Stone” che ha riferito di aver ricevuto una segnalazione su di lui. Non a caso l’unica intervista rilasciata è stata proprio alla rivista, ma anche qui Liberato è stato decisamente misterioso.

Uno dei suoi segni particolari infatti è che di lui si sa pochissimo. L’unica certezza è che è nato a Napoli e vive nella città partenopea. In giro non ci sono foto che lo ritraggono, nè altre informazioni. Quando qualcuno ha provato a scrivergli su Facebook ha sempre risposto solo in dialetto napoletano e in modo molto misterioso. Il suo Tumblr racconta in parte la sua storia, si possono vedere fotografie di Maradona e Nino D’Angelo, ma anche incisioni francesi del Vesuvio, ma anche meme sulla marijuana, foto della Madonna e dipinti di grandi artisti del passato.

Dall’unica intervista che ha concesso Liberato, è comunque possibile scoprire qualcosa su di lui. Il producer di “Nove Maggio” è tifoso del Napoli: “La mia lei è del 1926”.

Quando gli è stato chiesto perché voglia mantenere l’anonimato ha spiegato: “Ma ti pare che faccio tutta questa tarantella per stare tranquillo e poi dico a te come mi chiamo? Ma per piacere – ha detto rifiutandosi di rivelare la sua identità -. Ti posso dire solo che mi chiamo Liberato, sono nato a Napoli e faccio musica”.

La risposta più lunga e più articolata è arrivata quando il giornalista di Rolling Stone gli ha chiesto se i neomelodici fossero i nuovi rapper: “Questa domanda, intanto, è un po’ particolare: uno, ma mi avete mai visto rappare a me? Due, adesso solo perché canto in napoletano devo essere per forza un neomelodico? Vabbé, la fai semplice… Io tutto questo bisogno di etichettare tutto non ce l’ho. Se sei sincero puoi essere un rapper, un neomelodico, un cantante, quello che vuoi tu”.

Nel frattempo è uscito il nuovo brano del producer. Si tratta di “Tu t’e scurdat’ ‘e me”, uscito il 9 maggio e accompagnato da un video di Francesco Lettieri.

Il 26 maggio, ospite al Mi Ami Festival di Milano, Liberato era atteso da migliaia di fan pronti a scoprire la sua identità. Quando finalmente è stato il suo turno, sul palco sono saliti quattro artisti: il cantautore Calcutta, i rapper Izi e Priestess e il produttore discografico e dj Shablo.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti