0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

Millie Bobby Brown è la teenager più influente del mondo

Millie Bobby Brown, attrice di "Stranger Things" è stata eletta dal "Times" come la teenager più influente del mondo

Fonte: Ansa

Mille Bobby Brown è la teenager più influente del mondo. A rivelarlo la rivista “Time”, che l’ha inserita nella lista dei giovanissimi che potrebbero cambiare il nostro futuro. A soli 13 anni la protagonista della serie “Stranger Things”, in cui interpreta Undici, è considerata la nuova Meryl Streep.

Classe 2004, è nata a Marbella, in Spagna ed è la terza di quattro figli nati da una coppia britannica. Quando aveva solamente quattro anni la sua famiglia si è trasferita in Inghilterra, nel Dorset. In seguito Millie ha vissuto anche negli Stati Uniti, in Florida, dove si è trasferita per inseguire il sogno di diventare attrice. Non ha mai studiato recitazione, né frequentato corsi, ma secondo chi ha assistito ai suoi provini: “Ha un istinto che non si può insegnare”.

Il primo ruolo è stato quello della “giovane Alice” in “C’era una volta nel Paese delle Meraviglie”, in seguito ha recitato in numerose serie tv, fra cui “Intruders”, “Modern Family” e “Grey’s Anatomy”. Fra le occasioni mancate c’è stato il ruolo di X-23, co-protagonista di “Logan – The Wolverine”, per cui è stata rifiutata. La parte in seguito è andata a Dafne Keen, nata nel 2005. Poco dopo, quando aveva solamente 11 anni, Brown ha fatto il provino per entrare nel cast di “Stranger Things”. All’epoca era solamente un progetto di nicchia creato da Netflix, ma la ragazza mostrò immediatamente il suo talento e venne presa subito.

Giovanissima, determinata e talentuosa, Millie Bobby Brown ha conquistato davvero tutti. Sui social ha milioni di follower e la sua interpretazione di Undici è ormai entrata nella storia. “Tutta la mia vita si è capovolta, ma non posso fare a meno di sentirmi grata, anche per aver perso quello che chiamano un’infanzia normale – ha raccontato in un’intervista -. Potete immaginare cosa vuol dire vedere me circondata da donne così meravigliose con tanta potenza nell’industria cinematografica? Lavoro con Winona Ryder, che mi capisce e che è diventata attrice quando era ancora molto giovane. È la mia seconda madre, con la quale posso sempre parlare perché sa di cosa ho bisogno. Non sono andata a scuola per quattro anni, studio a casa. Quindi non ho amici, ma non è una cosa negativa. Al contrario, ho i miei colleghi sul set e non ho bisogno di nessun altro. Lavorare con loro è un privilegio”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti