Tech

NexDock, diamo schermo e tastiera ai nostri smartphone

Si chiama NexDock ed è il computer portatile più innovativo ed economico presente sul mercato. La sua particolarità? Non ha il processore e funziona solo se collegato allo smartphone

Fonte: indiegogo.com

La nuova frontiera dell’informatica prende il nome di NexDock. Il progetto per la sua realizzazione è stato messo a punto da Emre Kosmaz e Yeliz Kayacan, due programmatori californiani di origine turca. L’idea è nata osservando le statistiche di Audiweb: oggi la maggior parte della popolazione utilizza costantemente lo smartphone ma, al contempo, non ha mai abbandonato il computer, desktop o portatile che sia. Sulla base di queste osservazioni è stato pensato NexDock, il laptop che combina i due colossi della tecnologia moderna.

Per il progetto è stata indetta una raccolta fondi su Indiegogo, uno dei siti più noti di crowdfunding. L’obiettivo era stato fissato a 300 mila dollari ma ha avuto così tanto successo da raccoglierne 362.944 in soli due mesi. In effetti, più di 2.500 sostenitori hanno deciso di dare il loro supporto monetario per la realizzazione del NexDock. Ciò che gli ha fatto avere così tanto seguito è stata l’idea innovativa di creare un computer portatile che lo fosse solo in apparenza. NexDock, infatti, è solo l’involucro di un laptop e, per funzionare, dovrà essere collegato allo smartphone o al tablet perché privo di processore.

Grazie al successo della raccolta fondi, il computer sarà prodotto dalla Nex Computer LLC, con sede in California, e distribuito a partire da giugno. Il prototipo avrà uno schermo da 14,1 pollici e una risoluzione da 1366×768 pixel. Inoltre sarà dotato di una batteria a litio da 10.000 mAh e una tastiera bluetooth che permetterà al computer di connettersi allo smartphone. Per quanto riguarda, infine, lo spessore e il peso, questi saranno il più possibile simili a quelli di un portatile comune. A primo acchito le specifiche tecniche sembrerebbero buone, ma, analizzandole più approfonditamente, ci si accorge della presenza di tecnologie scadenti.

Il display, infatti, presenterà il pannello TN (Twisted Nematic), la cui resa dell’immagine ha una qualità alquanto deludente: non a caso questo tipo di schermo a cristalli liquidi è diffuso nei monitor e nei televisori di fascia bassa. Un altro limite è costituito dal fatto che NexDock sarà compatibile solo con il Nokia Lumia 950 e il 950 XL. Allora la domanda sorge spontanea: perché investire in un prodotto dalle prestazioni non ottimali? La risposta sta nel prezzo. Chi ha creduto da subito nel progetto ha potuto acquistare l’innovativo laptop a soli 79$, mentre adesso è possibile effettuare l’acquisto in pre-ordine pagando 99$.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati