Imperdibili

Tutte le informazioni per calcolare i giorni di fertilità

Tutte le informazioni e i consigli per calcolare quali sono i giorni fertili per rimanere incinta

Non tutti sanno che l’espressione “ciclo mestruale” non identifica il periodo in cui si verifica il flusso mestruale vero e proprio, ma l’intero processo di ovulazione che va dall’ultimo giorno della mestruazione, dura in media 28 giorni e termina con la mestruazione successiva. Durante il ciclo, vi sono dei giorni in cui la donna è particolarmente fertile e più facilmente predisposta alla gravidanza e giorni in cui la fertilità è bassa.  È importante che la donna conosca bene il proprio corpo.

Saper calcolare i giorni fertili per una donna significa predisporsi o meno ad una gravidanza. Esistono diversi modi per identificare i giorni fertili, tra cui il più noto è il metodo Ogino-Knaus, che non è sempre affidabile, ma può esserlo se supportato da altri metodi come la misurazione della temperatura basale, l’analisi del muco cervicale e l’uso degli stick per l’ovulazione. I giorni fertili coincidono con l’ovulazione che solitamente si verifica 14 giorni prima delle mestruazioni, se il ciclo è regolare.

I giorni fertili con un ciclo irregolare

Ma come fare il calcolo dei giorni fertili quando il ciclo è irregolare? Ci sono donne che hanno il ciclo molto irregolare, con ritardi eccessivi, a volte senza avere le mestruazioni per mesi (amenorrea) oppure al contrario il flusso mestruale si presenta frequentemente (anche ogni 15 giorni).

In entrambi i casi, è bene sapere che è possibile normalizzare il ciclo con apposite cure mediche e in ogni caso l’individuazione dei giorni fertili è indicata quasi inequivocabilmente dalle modificazioni del muco cervicale. Quest’ultimo è una sostanza viscosa (simile all’albume) che viene prodotta dal collo dell’utero durante il periodo di evoluzione.

Il corpo della donna secerne il muco cervicale perché serve a lubrificare durante i rapporti, facilita la risalita degli spermatozoi e crea un ambiente favorevole all’impianto del seme. Quindi, quando la donna nota questi filamenti biancastri, trasparenti e fluidi è il segno che si trova nei giorni fertili e che se c’è un desiderio di gravidanza è il momento migliore per avere rapporti sessuali.

I giorni fertili dopo il ciclo

I giorni immediatamente successivi il flusso mestruale che dura dai 3 ai 6 giorni (differisce da donna a donna) e i giorni stessi del flusso mestruale non sono fertili, dal quarto giorno in poi cominciano i giorni fertili, fino ad arrivare intorno alla metà del ciclo (tra il 12° e il 14° giorno) tra un flusso mestruale e l’altro quando inizia l’ovulazione e per cinque sei giorni la donna è facilmente predisposta alla fecondazione.

Quali sono i giorni non fertili

Generalmente i giorni non fertili sono quelli lontani dal periodo di ovulazione (indipendentemente dalla regolarità del ciclo). Ciò che bisogna tener presente è che l’ovulazione non avviene dopo 14 giorni dall’inizio del ciclo e dall’ultimo giorno di mestruazioni.

In realtà l’ovulazione avviene 14 giorni prima dell’inizio delle mestruazioni, perché questo è il tempo che impiega l’uovo a scendere nelle tube di Falloppio: per cui se il ciclo dura 28 giorni, il 14° è quello fertile, se dura 29 giorni è il 15° giorno, se dura 30 giorni, il giorno fertile è il 16° è così via.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati