Imperdibili

Tutto ciò che dovete sapere su i Soprano, la premiata serie tv

I Soprano sono una delle serie più apprezzate da pubblico e critica. Vediamo di ripercorrere la storia della famiglia malavitosa e di individuare le ragioni del successo di questo telefilm

I Soprano, secondo l’autorevole “Writer Guild of America East & West”, è la migliore serie televisiva di sempre. In molti, infatti, individuano in questa produzione il prodotto che è riuscito a dare ai telefilm una vera e propria dignità artistica. Questa serie tv, la cui prima puntata è andata in onda il 10 gennaio 1999, è riuscita fin da subito ad ottenere grande successo, tanto dal pubblico quanto dalla critica. Nel corso degli anni, gli addetti ai lavori si sono chiesti spesso quale sia stato il segreto del favore senza precedenti raccolto da I Soprano: scopriamo quali sono le tesi più probabili.

Il primo motivo di vanto del telefilm è il suo attore protagonista: il compianto James Gandolfini, scomparso a Roma il 19 giugno 2013, nel ruolo di Tony Soprano è stato davvero superlativo. Si tratta di un boss mafioso italo-americano costretto alla psicoterapia dai suoi sensi di colpa e dall’insoddisfazione perenne in cui la sua vita lo sprofonda. L’interpretazione di Gandolfini è riuscita a rendere in modo ineccepibile tutte le sfumature di questo malvivente. Nonostante l’efferata violenza delle sue azioni, il pubblico, sin dalle prime puntate della serie, non può esimersi dall’empatizzare per la sofferenza umana di questo mafioso eticamente discutibile.

La caratterizzazione dei personaggi è un altro punto forte della serie: Carmela Soprano, la moglie di Tony interpretata sullo schermo dall’attrice Edie Falco, è uno dei personaggi femminili più amati, odiati e discussi di sempre. Donna Carmela è la compagna ideale che ogni boss mafioso sogna di avere al suo fianco: calcolatrice, omertosa e forte, la “first lady” del crimine di New Jersey accetta i tradimenti e le attività illecite del marito senza battere ciglio. È risaputo che David Chase, l’ideatore della serie, ha posto particolare cura nel delineare questo personaggio in modo dettagliato.

In realtà, secondo molti, la scrittura di Chase è il vero motore pulsante della premiata serie tv I Soprano: l’autore ha spesso dichiarato di aver preso come fonte d’ispirazione il Martin Scorsese di “Quei bravi ragazzi” ed il Francis Ford Coppola de “Il padrino”. Anche la conoscenza della vita reale, però, è stata fondamentale per ricreare in modo così realistico la condizione malavitosa degli Stati Uniti: David Chase ha studiato con attenzione i mafiosi operanti nel New Jersey e nello Stato di New York per rendere al meglio il mondo de I Soprano.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati