0, 2, 3, 2, 1, 3, 3 trend

L’ultima allarmante profezia di Hawking sugli alieni

L’astrofisico Stephen Hawking ha avvertito l’umanità con una nuova allarmante profezia sull’esistenza degli alieni

Stephen Hawking è diventato celebre in tutto il mondo per la sua mente geniale e per i suoi studi sui buchi neri e sull’origine dell’universo. Ora lo scienziato è tornato a parlare al pubblico, svelando una nuova allarmante profezia che riguarda gli alieni. Secondo la sua teoria infatti, sarebbe confermata l’esistenza di vita aliena nella forma simile ad un esercito che si muove tra i pianeti della galassia per saccheggiarne le risorse primarie. La nuova teoria è stata presentata durante il suo documentario Stephen Hawking’s Favorite Places e in poco tempo ha creato preoccupazione in tutti gli spettatori.

Il pianeta alieno e la possibilità di contatti con la Terra

Secondo Hawking sarebbe confermata l’esistenza di un mondo alieno chiamato Gliese 832c, il quale potrebbe entrare anche in contatto con la Terra un giorno e noi umani dovremo essere sicuri di rispondere prontamente. L’incontro degli alieni con una civiltà avanzata potrebbe essere esattamente come fu in passato l’incontro dei nativi americani con Cristoforo Colombo.

Lo scienziato astrofisico però rassicura anche sul fatto che la Terra sia un pianeta essenzialmente rumoroso: secondo lui per anni abbiamo inviato nello spazio onde TV e radio, pertanto una civiltà avanzata che fosse interessata a mettersi in contatto con noi, ci avrebbe già notati da tempo. Inoltre c’è anche il Paradosso di Fermi che confermerebbe il fatto che nell’universo non ci sia nulla e che la Terra sia invece l’unico pianeta abitato. Ci sono altre teorie scientifiche che confermerebbero invece che la Terra possa essere come una riserva naturale per gli alieni, i quali attendono il raggiungimento di un certo livello di avanzamento prima di fare il loro ingresso.

In ogni caso, molti scienziati affermano esattamente il contrario, suggerendo di non essere eccessivamente preoccupati per le affermazioni di Hawking. D’altronde il documentario Stephen Hawking’s Favorite Places parla solo qualche minuto di questa teoria sugli alieni, mentre i restanti minuti si concentra su altre tematiche astrofisiche studiate dal celebre scienziato. Nel documentario inoltre, non manca anche una riflessione sulla sua scelta di vita di lasciare l’Inghilterra e in particolare la cittadina di Cambridge per trasferirsi con la sua giovane famiglia nel 1974 in California, quando la Caltech gli diede l’opportunità di intraprendere una carriera professionale negli Stati Uniti. La California rimane per Hawking il suo posto preferito e afferma che pur avendo viaggiato in tutto il mondo, non ha mai trovato un luogo così bello.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti