Imperdibili

A 10 anni i bambini hanno già uno smartphone, è troppo presto?

Per i bambini lo smartphone è per lo più un gioco. Ci si chiede quale sia l'età giusta per iniziare

Vedere i bambini con lo smartphone oggi non è per niente difficile. Anzi, è possibile affermare senza dubbio che i bimbi di oggi sono molto più tecnologici di quanto accadeva fino a qualche anno fa, quando era impensabile a 10 anni avere uno smartphone in mano. Da studi svolti recentemente negli USA sono venute fuori quelle che sono le abitudini tecnologiche dei più piccoli. E sicuramente, gli spunti che se ne possono trarre sono davvero molti, a cominciare dal come in effetti possa sembrare strano che in così pochi anni si siano fatti passi così grandi verso un mondo, quello tecnologico, sempre all’avanguardia.

Ad oggi sembra proprio che l’età media a cui un bambino ha il suo primo smartphone sia di 10 anni approssimativamente. Nel 2012 l’uso di questi dispositivi durante i giri in auto arriva al 55%. Questo è un evidente sintomo che oggi, molto spesso, i genitori danno un telefonino al proprio figlio semplicemente per farlo stare buono. Abitudine, questa, che non si può certamente considerare tra le più corrette da attuare. Da tenere sotto stretto controllo anche le modalità di connessione ad internet, dato i pericoli che possono venire dalla rete per i più piccoli. Fino al 25% dei bambini accede ad internet dalla propria cameretta.

Dati e numeri a parte, sulla concessione ai bambini degli smartphone esistono pareri parecchio contrastanti. Il segreto per educare il proprio figlio ad un corretto approccio agli smartphone è la piena condivisione. Avere 10 anni ed uno smartphone, quindi, non deve essere assolutamente una colpa. Nulla è sbagliato, infatti, se fatto con coscienza e questo vale anche per i più piccoli. No, quindi, ai telefonini a tavola ed all’isolamento. Sì pieno, invece, all’esperienza della condivisione, benché i numeri dicano che non accade proprio così.

Il motivo principale per cui vediamo i bambini a 10 anni con uno smartphone sta nel controllo e nella protezione che i genitori pensano di poter attuare in questo modo con i propri figli. Bisogna però chiedersi su quale ambito può eventualmente esistere questo controllo, considerando che un bambino non dovrebbe andare in giro da solo e quindi essere rintracciabile. Tutto è altamente soggettivo e tra tutti i telefonini disponibili sta ai genitori comprendere se il bambino può gestirne uno. Dieci anni, quindi, possono essere allo stesso tempo pochi o troppi: dipende!

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati