Addio a Bruno Canfora inventore del "Da-da-un-pa"

Il mondo dello spettacolo piange la morte di Bruno Canfora inventore del "Da-da-un-pa" e di tanti tormentoni tv

Fonte: Twitter

Il mondo della musica piange la morte di Bruno Canfora, inventore del celebre “Da-da-un-pa” ballato dalle gemelle Kessler. Direttore d’orchestra e personaggio chiave della tv anni Sessanta. Bruno Canfora si è spento all’età di 92 anni. Il maestro è venuto a mancare nella sua villa vicino a Perugia, circondato dall’affetto della famiglia, che ha dato l’annuncio della morte in queste ore.

Classe 1924, milanese, Bruno Canfora è uno dei volti Rai più noti degli anni Sessanta e Settanta. Le sue canzoni, nate con la tv in bianco e nero, ancora oggi vengono cantate dalle nuove generazioni e sono divenute nel corso degli anni immortali.

Nella sua lunga carriera Canfora ha scritto per artisti del calibro di Mina, Rocky Roberts, Rita Pavone e ovviamente per le mitiche Gemelle Kessler, per cui compose l’indimenticabile “Da-da-un-pa”. “Con grande dolore, solo stanotte ho saputo della scomparsa del Maestro Bruno Canfora – ha scritto Rita Pavone sui social -. Devo a lui uno dei mie maggiori successi, Fortissimo. Grande compositore, il Maestro Canfora, ha firmato, sigle televisive indimenticabili per me e per la grande Mina. Ci mancherai, Maestro”.

Oltre al “Da-da-un-pa”, Canfora compose anche sigle tv e canzoni come “Fortissimo”, “Il ballo del mattone” e “Il geghegè”. Per Mina arrangiò “Due note”, “Mi sei scoppiato dentro il cuore”, “Sono come tu mi vuoi”, “Brava”, “Vorrei che fosse amore” e “Zum zum zum”.

Dal 1995 Canfora aveva lasciato lo spettacolo per ritirarsi a vita privata. L’ultima sua partecipazione fu a Papaveri e Papere con Giancarlo Magalli e Pippo Baudo. “Da allora è rimasto dietro le quinte – ha spiegato il figlio Daniele, che come lui fa il musicista – ma non ha mai abbandonato la musica: è stato molto vicino all’orchestra della Rai, di cui è sempre stato un punto di riferimento, e ha curato fino a dieci anni fa gli arrangiamenti dei brani di alcuni musicisti”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti