2, 0, 0, 1, 0, 0, 0 trend

Apri la vetrina senza rompere i piatti: il rompicapo fa impazzire il web

Come aprire una vetrina piena di piatti senza romperli all’istante? Il rompicapo proposto da un ragazzo di Taiwan ha fatto impazzire il web

Fonte: Facebook

Una vetrina da aprire e dei piatti ammassati uno sull’altro che potrebbero crollare da un momento all’altro. Si tratta del nuovo rompicapo che ha conquistato il web. Come aprire la portina senza rompere tutti i piatti che ci sono dentro?” a chiederlo è stato Tseng Shao-Tsen, che ha rivolto questa domanda alla community di Baoliao Commune, un gruppo Facebook di Taiwan. Nella foto che accompagna il messaggio si vede una vetrina con i piatti ammassati contro il vetro, pronti a cadere e ad infrangersi in mille pezzi non appena se ne proverà a prendere uno. Il ragazzo tawainese in questo modo voleva aiutare la madre di un amico.

Ha quindi postato sul gruppo una foto della vetrina, ponendo la domanda agli utenti. La foto e il messaggio hanno scatenato l’ironia del web e tanti utenti, fra l’ironico e il serio, hanno tentato di decifrare il rompicapo e di capire come poter aprire la vetrina senza distruggere il servizio di porcellana.

“Ecco una credenza che non potrà mai essere aperta” ha scritto Tsen chiedendo l’aiuto degli altri utenti.  “Mettici una pietra sopra – ha risposto qualcuno – e compra dei piatti nuovi”.  In migliaia come lui hanno commentato la foto, rendendola in breve tempo virale e suggerendo vari modi per aprire la vetrina senza distruggere il servizio di piatti. “Spingi la credenza indietro e poi aprila” ha detto qualcuno, mentre qualcun altro ha suggerito “mettere delle coperte pesanti sul pavimento e poi aprire lo sportello”.

Più fantasioso un altro ragazzo che ha consigliato di “chiedere a qualcuno di sollevare una coperta e raccogliere i piatti mentre cadono”, mentre qualcuno ha detto: “Rompi un lastra di vetro della porta e poi prendi un piatto alla volta”. Alla fine Tseng è riuscito a risolvere il rompicapo e ha aperto la vetrina recuperando i piatti senza romperne nemmeno uno. “Ho aperto un lato della vetrina – ha spiegato Tseng – usando la mano per raccogliere i piatti. Ora il servizio è sano e salvo”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti