Come trasformare in buone le tue cattive abitudini

Quali sono le 7 peggiori abitudini sviluppate dalla popolazione occidentale? Alcune sono davvero sorprendenti

Fonte: Pixabay

Il 40% delle attività quotidiane sono in realtà abitudini consolidate. Queste si sviluppano in maniera automatica e si ripetono ugualmente senza che noi ce ne rendiamo conto. Per questo quando abbiamo una cattiva abitudine, troviamo difficoltà nell’individuarla ma sopratutto nell’eliminarla. Secondo gli esperti bisogna andare a creare delle motivazioni intrinseche. In poche parole significa farsi guidare dal buon senso.

La motivazione intrinseca per eccellenza è quella per cui l’individuo deve curare il proprio benessere, rendendo tra l’altro salubre l’ambiente che lo circonda. Insomma bisogna soffermarsi sui nostri atteggiamenti per capire quali debbono essere modificati, a vantaggio di altri meno dannosi per la nostra persona. Secondo gli esperti ce ne sono 7 che si sono radicati nel vivere quotidiano occidentale.

Caffè e auto

In Italia si consuma troppo caffè. Secondo gli esperti bisognerebbe prendere solo 4 al giorno. Se ci si rende conto che spesso si tende a superare questo limite, sarebbe allora il caso di sostituirlo tramite un’altra bevanda più salutare ossia il ginseng. Altra pessima abitudine risulta essere l’uso smodato dell’automobile. Per tratti più brevi è meglio adoperare una bicicletta. Si rispetta l’ambiente e ovviamente anche il nostro corpo.

Quando si ha sete non bisogna bere bibite gasate. Sono ricche di grassi e zuccheri, oltre ad essere la causa scatenante di gonfiore. A lungo andare alterano persino la nostra percezione del gusto e consumano lo smalto dentale. L’alternativa è rappresentata dalle acque detox.

Capi sintetici, snack e docce

Quando stuzzica l’appetito non bisogna mangiare snack dolci. Questi vanno sostituiti con mela e uva nera. Oltre a non danneggiare la linea contengono sostanze che potenziano la memoria come la quercetina. La catechina invece migliora la nostra condizione cardiaca. Ogni volta che si acquista un capo, bisogna consultare l’etichetta. Molti indumenti spesso sono realizzati con tessuti sintetici.

Si consiglia l’uso di fibre naturali al 100%. Al contrario si limita la normale respirazione cutanea. Altra pessima abitudine risulta essere quella di preferire la vasca alla doccia. Nel primo caso si consumano 50 litri di acqua in più rispetto al secondo e in un secolo in cui ci sono ancora popolazioni che ne sono prive, ciò rappresenta uno spreco inaccettabile. Infine bisogna sapere che l’abitudine di usare cosmetici a base di silicone porta a sviluppare problemi alla pelle. Sempre meglio usare prodotti eco friendly.

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti