Imperdibili

Comportamenti strani dei topi in ambienti sovraffollati

I topi sono tra i roditori più presenti sulla Terra. Esperimenti condotti hanno evidenziato alcuni loro comportamenti strani. Vediamoli

Fonte: Pixabay

Il topo (Mus musculus domesticus) è un piccolo roditore non troppo amato dall’uomo che, con il tempo, ha adottato diversi metodi per tenerlo alla larga. Il topo infatti, oltre a essere portatore di malattie, è un grave danno per le colture e per le riserve di cibo e, a seconda del tipo di ambiente in cui si trova, può assumere comportamenti strani.

Le dimensioni del topo possono variare, ma in generale un topo adulto medio misura venti centimetri suddivisi equamente tra corpo e coda e arriva a pesare fino ad un massimo di 25 grammi. In condizioni di normalità è un animale molto socievole con gli esemplari della stessa specie, inoltre si adatta facilmente a quasi ogni tipo di ambiente.

Caratteristiche dei topi

I topi hanno occhi piccoli e una vista non eccellente. Sono, infatti, animali prevalentemente notturni: è difficile scorgerli in giro durante il giorno se non in ambienti particolarmente bui o silenziosi. Si tratta di un animale onnivoro che cerca sempre nuove riserve di cibo per cui, tende ad assaggiare una grande quantità di alimenti diversi. Caratteristica dei topi è rosicchiare oggetti di qualsiasi materiale: cartone, legno, gomma, stoffe e tessuti e perfino intonaci, rame, colla e sapone.

Sono animali estremamente prolifici, questo è dovuto al fatto che la femmina dopo il parto è in grado di accoppiarsi nuovamente. Una gestazione dura circa 20 giorni e in un anno possono compiere fino a 10 parti, per ciascuno dei quali possono generare tra i 4 e gli 8 cuccioli.

Comportamenti strani dei topi

Un esperimento condotto ha rivelato alcuni comportamenti strani dei topi. Lo scopo dell’esperimento era dimostrare la reazione degli animali in ambienti sovraffollati, seppur ben organizzati. Infatti, vista la rapida riproduttività dei roditori, da pochi esemplari che inizialmente sembravano popolare serenamente un ambiente creato appositamente (vasto e spazioso, con gallerie, rialzi e cibo), in breve tempo se ne sono aggiunti migliaia fino al completo sovraffollamento.

È emerso che questa condizione causa nei topi comportamenti aggressivi e psicotici: nel sovraffollamento i topi hanno iniziato a rifiutare cibo fino a lasciarsi morire, a non portare più avanti gravidanze, a provocare danni fisici a loro stessi e agli altri esemplari.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati