Dieci nomi di bambini proibiti in diversi Paesi del mondo

Quali sono i nomi proibiti in alcune parti del mondo? Nomi come Nutella, Venerdì o Messia potrebbero causare pesanti sanzioni per la coppia di genitori

Il tasso di natalità in alcuni Paesi è molto più alto in altri. La nascita di un/una bambino/a, si sa, è uno degli eventi più straordinari che possa avvenire in famiglia. Ma quale nome scegliere per il proprio/la propria bambino/a? Bisogna fare attenzione, in quanto in alcuni Paesi del mondo scegliere un nome troppo originale potrebbe comportare seri problemi con la legge.

Alcuni Paesi, infatti, non così così indulgenti e tolleranti verso l’originalità e creatività dei genitori. Francia, Messico, Cina, Usa, Malesia, Portogallo, Nuova Zelanda, Germania, Italia e Galles: ecco l’elenco dei Paesi dove la scelta di un nome potrebbe costare grosse sanzioni per la famiglia. Scopriamo maggiori dettagli.

I nomi proibiti tra Francia, Galles e Messico

In Francia sembrerebbe che sia vietato chiamare un/una bambino/a Nutella. Come mai? Secondo i funzionari francesi, infatti, il nome della deliziosa crema alla nocciola è poco consono in quanto comporterebbe a pensieri denigratori o a diverse battute sarcastiche.

E in Galles e in Messico quali sono i nomi proibiti? Rispettivamente in Galles il nome proibito è cianuro. Questo, infatti, secondo quanto dichiarato dal governo gallese, sarebbe un nome veramente “letale” per il/la bambino/a, che probabilmente verrebbe preso/a in giro. In Messico, invece, severe leggi di denominazione vietano nomi come Terminator, nomi dei social come Facebook , o persino il nome E-mail.

Nomi originali vietati negli Stati Uniti, in Malesia, in Portogallo e in Italia

Messia: questo è il nome vietato assolutamente negli Stati Uniti. Motivo? Pregiudizi religiosi e secondo alcuni sarebbe troppo blasfemo. Un giudice del Tennessee, infatti, ha obbligato una coppia di genitori ha cambiare il nome del bambino. In tanti, dunque, dovranno continuare ad attendere il Messia.

In Malesia la legge vieta nomi di piante o animali. Infatti, un nome come “orso” costituirebbe una vera e propria infrazione di legge tanto da comportare pesanti sanzioni. In Portogallo il nome proibito per eccellenza è “Monna Lisa”. Un vero punto interrogativo sul motivo del divieto. I portoghesi non amano sorridere? Infine, qual è il nome vietato  in Italia?Il nostro governo ha proibito il nome “Venerdì“, reputato del tutto inappropriato per un bambino o una bambina.

 

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti