Imperdibili

I Cubi di Rubik diventano arte, i pazzeschi murales di CubeWorks

Cubi di Rubik e opere d'arte, un connubio insolito: lo studio CubeWorks di Toronto realizza enormi murales utilizzando il rompicapo a 6 colori

Il Cubo di Rubik diventa arte. Nello studio Cube Works di Toronto gli artisti realizzano stupendi murales ed enormi opere d’arte utilizzando solo il rompicapo inventato nel 1974 dallo scultore e professore di architettura ungherese Ernő Rubik. Il Cubo magico è il giocattolo più venduto nella storia: con i suoi 54 quadrati colorati e i 6 diversi colori, ha lo scopo di far ammattire tutti coloro che tentano di ottenere un colore uguale per ogni faccia.

Gli artisti di Cube Works prendono come ispirazione la pop-art, soggetti iconici quali possono essere Marilyn Monroe e i Beatles, o i grandi capolavori di fama mondiale. Dita veloci girano sapientemente migliaia di Cubi di Rubik e poi posizionano strategicamente ogni singolo cubo per ricreare alcune delle più famose opere d’arte. Il risultato finale va dal murales che ripropone “L’Ultima Cena” di Leonardo da Vinci formato da 4.050 Cubi al colosso che raffigura lo skyline di Macao, in Cina, composto da 85.794 Cubi. L’effetto visivo ricorda i pixel fotografici.

Al fine di creare opere d’arte di tale grandezza e complessità, gli artisti di Cube Works seguono un laborioso processo di digitalizzazione delle immagini. Innanzitutto, un grafico realizza un progetto, una griglia che mappa i colori dell’immagine. Il software ha però a disposizione centinaia di colori, mentre il Cubo di Rubik ne ha solo sei: blu, rosso, verde, arancione, giallo e bianco. Occorre quindi modificare manualmente i colori dei singoli pixel in modo da riportarli ad una delle tonalità base. La creazione dell’immagine può, quindi, essere la parte più lunga del processo.

Una riproduzione de “La creazione di Adamo” di Michelangelo ha richiesto, per esempio, oltre 200 ore di lavoro solo per convertire il dipinto originale in pixel di sei colori. Una volta fatto il progetto, si procede poi alla realizzazione pratica. Un ritratto di medie dimensioni richiede circa un giorno o due di lavoro, mentre un grande murales può richiedere fino a due settimane. Gli artisti di Cube Works non usano i Cubi di Rubik originali ma ne ordinano versioni in plastica realizzate ad hoc con superfici più resistenti, utilizzabili anche in condizioni estreme quali possono essere le piscine.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati