Lifestyle

Le verdure che potete comprare una volta e poi coltivare in casa

Coltivare le verdure in casa può aiutarvi a risparmiare e mangiare del sano cibo biologico anche in città. Ecco dieci ortaggi che fanno al caso vostro

Fonte: flickr

Negli ultimi anni coltivare le verdure in casa è un’abitudine che ha preso sempre più piede nelle città. In questo modo si risparmia sull’acquisto degli ortaggi, dato che una volta piantati nei vasi verdure ed erbe ricrescono ed evitano di dover continuamente rivolgersi al grossista di fiducia. Non solo, si possono gustare cibi veramente biologici e genuini, coltivati direttamente con le vostre mani. Ecco dieci campioni verdi che una volta acquistati potranno garantirvi tanti gustosi piatti a chilometro, anzi a metro zero!

Una pianta molto adatta alla coltivazione casalinga è l’aglio, un evergreen per tutte le stagioni. Messe in un semplice bicchiere d’acqua ed esposte al sole le piante di aglio cresceranno da sole, regalandovi tanti condimenti per le insalate. Se volete coltivare verdure in casa potete scegliere anche la parte verde delle carote, molto spesso gettata via. Ponetela in un sacchetto di plastica con acqua e una volta riformatasi potrete utilizzarla per deliziose guarnizioni.

Una pianta perfetta per le coltivazioni in casa è il basilico. Basta prendere i piccoli gambi verdi e metterli in un bicchiere al sole; appena le radici germineranno potrete trasferire la pianta in un vaso. Se cercate una pianta che ricresca velocemente invece optate per lo scalogno: saranno sufficienti pochi giorni in un bicchiere d’acqua per riavere la verdura completa. Discorso simile vale anche per la lattuga: in quattro settimane il moncone messo in una bacinella con acqua avrà generato una nuova testa.

Un processo simile è anche quello del cavolo cinese: mettete una radice in un recipiente per due o tre settimane, poi trasferite la radice in un vaso. Per la cipolla, invece, potrete indifferentemente scegliere se porre una radice o la parte finale della pianta in un vaso con del terriccio. Il medesimo discorso vale anche per lo zenzero, anche se per riavere la pianta interamente formata ci vorrà più tempo, fino a 10 settimane. Se decidete di coltivare le verdure in casa potete infine buttarvi sui funghi e sul coriandolo. Per i primi basterà un po’ di composto dove potranno generarsi i bulbi, per il secondo vale il solito discorso del gambo messo in un bicchiere d’acqua al sole.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati