Viaggi

Organizzare un viaggio in Danimarca: cosa vedere

I più interessanti luoghi di interesse: dai parchi giochi per i più piccoli alle chiese, dalle gallerie d'arte fino al porto della Sirenetta

Fonte: google

Sono tante le cose da scoprire in Danimarca: un paese in cui regna un’atmosfera da fiaba, che si mescola perfettamente con la modernità e il design. Non a caso, la Danimarca è considerata un vero e proprio paradiso, sia per quanto riguarda la natura che per la qualità della vita, le politiche sociali, la natura e la sostenibilità.

La Danimarca è un posto particolarmente adatto ad accogliere i turisti. Questo territorio vanta infatti numerose strutture, tutte molto funzionali e in grado di rendere la permanenza degli ospiti piacevole e indimenticabile. Da non dimenticare che la Danimarca permette la visita di numerose città, una diversa dall’altra, ma ognuna meritevole di essere scoperta in tutte le sue caratteristiche.

Camper e auto

La Danimarca è facilmente percorribile sia in camper che in auto. Nel primo caso, si avrà la possibilità di usufruire di tantissimi itinerari offerti dai molteplici siti Internet appositi. In questo modo sarà quindi possibile viaggiare con un’organizzazione curata nei minimi dettagli. Per chi desidera invece muoversi in Danimarca a bordo della propria auto, niente paura.

L’itinerario stradale è infatti molto facile. Il percorso dura all’incirca 12 ore e sono necessari più o meno 200 euro di carburante. Il vantaggio di utilizzare l’auto, consiste nella possibilità di viaggiare attraverso paesaggi spettacolari e fare delle tappe in località dal fascino unico: una vera e propria vacanza on the road.

Billund

Billund è una città danese dove ha sede LEGO, ossia la società che produce i famosi mattoncini di plastica colorati e il parco di Legoland. A nord est di questa cittadina si trova l’aeroporto, che opera voli di linea e charter. Inoltre, quello di Billund è uno degli aeroporti cargo più importanti di tutto il paese.

Legoland

Il parco di Legoland, pensato per i piccoli, con la sua atmosfera riesce a incantare anche i più grandi. Realizzato con 60 milioni di mattoncini colorati, si estende su 45 ettari di terreno. Il parco è diviso in 9 aree ognuna con un tema diverso, dal Selvaggio West al Castello del Re passando per il Polar Land. Qui i più piccoli avranno anche la possibilità di prendere la prima patente di guida alla Toyota Traffic School, un’esperienza entusiasmante.

Al suo interno, Legoland dispone inoltre di un cinema 4d e di un hotel con camere ispirate alle principesse, ai pirati, ai cavalieri e all’avventura in generale. Gli orari del parco prevedono l’apertura dalle 10 alle 18 nei mesi che vanno da marzo a ottobre. Mentre in alta stagione l’orario si protrae fino alle 20, con l’eccezione di luglio che prosegue l’apertura fino alle ore 21.

Aarhus

Seconda solo a Copenaghen per grandezza e importanza culturale, Aarhus unisce bellezze naturali, storia, cultura e shopping. Nel Museo Aros si potranno ammirare le opere di artisti internazionali molto innovativi, mentre all’interno del quartiere latino è possibile respirare un’atmosfera a metà tra presente e passato.

Fondata nel 1770 dai Vichinghi, Aarhus prende il nome dalla foce del fiume omonimo e vanta una città universitaria. Per gli amanti dell’arte, non può di certo mancare una tappa alla Chiesa di nostra Signora e alla Cattedrale. Il prossimo anno Aarthus sarà Capitale della Cultura Europea.

La statua della Sirenetta

Copenhagen è la capitale della Danimarca. Questa città è associata alla famosissima statua della Sirenetta, che è posta proprio all’ingresso del porto e ormai tappa fissa di tutti i turisti. Commissionata dal figlio del fondatore di Carlsberg, Carl Jacobsen, la statua fu realizzata dallo scultore Edvard Eriksen che usò come modella proprio sua moglie Eline.

Nel 1964 la statua fu rimpiazzata con una copia, dopo che ignoti la sottrassero senza mai restituirla. Successivamente, dopo alcuni atti vandalici che minavano a distruggerla, l’opera venne sostituita con un’altra Sirenetta, questa volta realizzata in un unico blocco di metallo, che tuttavia continua a essere preda dei vandali.

Bornholm

A 160 km a est da Copenaghen si trova l’isola di Bornholm, una vera bellezza naturale caratterizzata da 4 chiese rotonde e da una gastronomia eccellente. Ideale per vacanze in bicicletta, Bornholm presenta ampi boschi, colline verdi e una costa frastagliata. A nord le Scogliere Sanctuary, di granito, si ergono maestose a 22 metri di altezza sul mare.

A sud, invece, ci sono spiagge dalle sabbie fini. Un esempio: la sabbia della spiaggia Dueodde, che in passato veniva utilizzata per le clessidre. Un’altra meraviglia da ammirare a Bornholm sono le rovine del castello di Hammershus e il lago Hammerso, il più grande di tutta l’isola.

Jutland

La penisola nordeuropea dello Jutland suddivide il Mar del Nord e il Mar Baltico. Si estende per quasi 30.000 chilometri quadrati e comprende la parte continentale della Danimarca e quella più settentrionale della Germania. Ha un territorio prevalentemente pianeggiante e la sua amministrazione è suddivisa tra Danimarca e Germania. Durante la prima guerra mondiale, il 31 maggio 1916, fu teatro della Battaglia dello Jutland.

Skagen

La cittadina di Skagen è affacciata sul porto omonimo. Questa località offre negozietti e ristoranti caratteristici ed è conosciuta per la duna migrante di sabbia di Rabjerg Mule, che ogni anno si sposta di 15 metri. Inoltre, Skagen è celebre per le spiagge dalla sabbia candida: una bellezza incontaminata di oltre 60 km.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati