0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

Perché guardare troppa tv brucia il cervello

Guardare troppa TV fa male: uno studio dimostra che passare molte ore davanti alla televisione potrebbe accelerare il declino cognitivo

Fonte: flickr

Guardare la TV per più di 3 ore al giorno può aumentare il rischio di deterioramento cognitivo e di demenza precoce. È questo il dato che emerge da una ricerca dell’University of California. Quante volte accendiamo la televisione per seguire una puntata della nostra serie preferita e ci ritroviamo, 45 minuti dopo, a guardare un altro episodio e così via, per tutto il giorno? Con la diffusione della TV in streaming, il fenomeno del ”binge watching” (le maratone di serie televisive) sta diventando sempre più frequente, soprattutto tra i giovani. Quali possono essere gli effetti collaterali? A quanto pare, un declino più rapido delle capacità cognitive.

Il risultato è stato ottenuto attraverso uno studio durato ben 25 anni. In quest’arco di tempo, i ricercatori californiani hanno monitorato un campione di 3.247 persone, a partire da quando erano giovani, fino all’età adulta. Ogni 5 anni hanno chiesto ai partecipanti di indicare il tempo trascorso a guardare la TV e le ore dedicate all’esercizio fisico. Quando hanno raggiunto un’età compresa tra i 40 e i 50 anni, i soggetti sono stati sottoposti ad alcune prove, per misurare la memoria, la capacità di attenzione e la prontezza mentale e fisica.

Dall’analisi dei dati raccolti, è emerso che chi ha guardato più di 3 ore di TV al giorno e, al contempo, ha fatto poca attività fisica, ha ottenuto punteggi più bassi nei test. La scienza ha dimostrato che la mancanza di esercizio fisico è un grosso fattore di rischio per lo sviluppo del declino cognitivo. Al momento, però, non è stato ancora provato se sia soltanto la vita sedentaria la causa principale di deterioramento del cervello o se ci sia anche una diretta connessione con il tempo passato davanti alla televisione. Secondo il team di ricercatori che ha condotto lo studio, questa ipotesi non è da escludere: guardare la TV per troppo tempo non è un’attività sfidante per la nostra mente.

In ogni caso, la differenza nelle capacità cognitive dei partecipanti, sebbene significativa, non è sufficiente per avere effetti sulla vita quotidiana. Tuttavia, è ragionevole pensare che il divario tra chi guarda la TV assiduamente e chi lo fa in modo occasionale potrebbe allargarsi con l’avanzare dell’età. In passato, i ricercatori hanno notato che l’esercizio fisico può ritardare l’insorgere di malattie come l’Alzheimer o la demenza. Forse potrebbe aiutare anche guardare meno TV. Nel dubbio, ogni tanto, scegliete di leggere un libro.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti