La storia di Riccardo Moratto, da vittima di bullismo a star

A scuola Riccardo Moratto era vittima dei bulli, ma oggi è diventato una star della tv cinese

Fonte: Twitter

Da vittima di bullismo a star della tv cinese. La storia di Riccardo Moratto è un esempio per tutti quei ragazzi che hanno a che fare ogni giorno con i bulli e non sanno come uscirne. Riccardo, con la sua forza di volontà e la sua intelligenza, è riuscito non solo a sconfiggerli, ma anche a trovare la felicità e la fama.

Cresciuto fra Roma e Piombino, Riccardo è stato spesso vittima dei bulli: “Al Liceo vengo preso di mira da un gruppo di cinque bulli – ha raccontato -. Venivo continuamente insultato, umiliato, probabilmente perché ero il migliore della classe e molto sensibile, insomma avevano trovato un bersaglio. In modo anche pesante: una volta in gita a Napoli gettarono degli alcolici nella caldaia della villetta dell’hotel dove alloggiavo con altri compagni; quando andavo in palestra, che era all’esterno della scuole, mi ricoprivano di insulti”. Vessazioni, quelle subite da Riccardo, così forti da farlo sentire male non solo psicologicamente, ma anche fisicamente. “Alla fine il mio fisico ha ceduto – ha svelato raccontando la sua storia – e sono finito in ospedale per una tosse psicosomatica. Pensavo di non farcela: i professori non intervenivano, gli altri compagni mi dicevano di non denunciare, perché sarebbe stato peggio. Avevo toccato il fondo”.

Nonostante la sofferenza però Riccardo ce l’ha fatta e oggi, mentre i bulli vivono ancora in provincia, lui è una star in Asia. Dopo aver studiato il mandarino si è trasferito per il dottorato a Tapei e oggi non solo lavora in sei differenti università di Taiwan, ma è anche un personaggio televisivo molto conosciuto e amato. Conduce infatti un programma in cui spiega gli ideogrammi cinesi e ha scritto anche un libro, “Non avere paura”, divenuto in breve tempo un bestseller. “Nella cultura cinese – ha spiegato il 32enne – sono molto abituati a non esprimersi troppo apertamente, a lasciare tutto velato, molto sottinteso. Il fatto che io “non le mandi a dire” li ha conquistati e i miei programmi sono molto popolari anche in Cina, a Singapore, in Malesia”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti