Tech

Che differenza c'è tra jpg e png come estensione file

La differenza tra jpg e png è di fondamentale importanza per tutti coloro che intendono lavorare con le immagini per hobby o per lavoro e vogliono salvare il file creato

Fonte: flickr

Che differenza c’è tra jpg e png? Chi non è abituato a lavorare con programmi di grafica, potrebbe non conoscere la diversità tra queste due estensioni di file. Tuttavia anche se si intende fare il disegno più semplice del mondo a computer è necessario conoscere le differenze tra jpg e png per effettuare il salvataggio nel formato corretto. Il formato jpg, chiamato anche jpeg, è l’acronimo di Join Photographic Experts Group. Questo formato è quello comunemente più utilizzato e diffuso sul web. Grande pregio del formato jpg è la leggerezza delle immagini prodotte, che tuttavia ne compromette la qualità.

Il formato jpg è utilizzato principalmente per le fotografie; è assolutamente sconsigliato invece l’utilizzo per immagini, disegni geometrici, testi o icone. Ad esempio, prendete un’immagine o effettuate uno scarabocchio con il programma di grafica Paint, presente in tutti i pc. Salvate ora l’immagine in formato jpg. Vedrete in questo modo che l’immagine perde molto di qualità, questo perchè l’elaborazione fa delle interpolazioni, cioè delle approssimazioni, per ottenere un file molto leggero e con un effetto visivo simile all’originale. Più aumenta il valore di compressione dell’immagine, più questa sarà leggera, ma con una qualità discendente.

Il vantaggio del formato jpg è la compatibilità con tutti i sistemi operativi ed i colori intensi, ottimi per le fotografie in quanto il jpg dispone di 16 milioni di colori. Gli svantaggi del formato jpg sono invece la perdita dei dati originali, l’impossibilità di effettuare una trasparenza e di animare l’immagine. Il formato png, acronimo di Portable Network Graphics, è uno degli ultimi formati nati per i programmi di grafica. Questo formato permette di lasciare inalterata la qualità originale dell’immagine. È il formato maggiormente utilizzato per immagini, icone e disegni.

Uno degli svantaggi del formato png è l’impossibilità di animare l’immagine (come per il formato jpg) e l’essere inadatto per elaborare immagini di grandi dimensioni, in quanto il file risulta essere realmente pesante in termini di byte. I vantaggi del formato png sono l’altissima qualità e i dettagli dell’immagine, il fatto di non perdere i dati originali dell’immagine che si sta elaborando e la possibilità di effettuare la trasparenza sulle immagini, caratteristica largamente utilizzata delle png e di assoluta importanza nella differenza tra png e jpg, dato che quest’ultima non supporta la trasparenza.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati