Viaggi

Il clima a Tokyo: in che stagione è meglio partire

Uno sguardo alle variazioni di temperatura a Tokyo durante le diverse stagioni dell'anno, per pianificare il proprio viaggio nel periodo migliore

Fonte: pixabay

Tokyo è visitabile in qualsiasi periodo dell’anno, infatti ogni mese offre qualcosa di differente al turista che vuole scoprire il fascino del Sol Levante a partire dalla sua capitale.

C’è da dire che la metropoli di Tokyo è gigantesca: i suoi 13 milioni di abitanti sono distribuiti in 23 distretti, che a loro volta comprendono 26 città, 5 cittadine e 8 comuni.

L’ordine è necessario per la convivenza di un numero così elevato di individui, tuttavia in Giappone sono dei maestri in questa disciplina, non c’è sicuramente da preoccuparsi per quanto riguarda il rigore.

Chi visita Tokyo, infatti, trova sicuramente una megalopoli caotica e brulicante, ma allo stesso tempo strutturata e regolata per consentire a ciascuno di godere dei propri spazi senza invadere quelli degli altri – e soprattutto senza che gli altri invadano i propri.

Temperature

Se stiamo pianificando un viaggio, quali sono le temperature medie da tenere presenti per decidere effettivamente quando partire? Non fa mai troppo freddo a Tokyo, se paragonato al Nord Italia. Si parla infatti di una media annuale di 16 gradi, ovviamente variabile a seconda delle stagioni e dei mesi che prendiamo in considerazione.

Primavera

Non appena la primavera comincia, si apre in Giappone il periodo più importante per il turismo. Grazie alla fioritura dei ciliegi, infatti, molti visitatori approfittano degli hanami – i classici pic-nic che vediamo spesso anche nei cartoni animati e nei manga – per vivere un’autentica esperienza nipponica.

Ad aprile, infatti, il clima inizia ad addolcirsi: la minima è di 10 gradi, mentre la massima di 17. Ottima idea quella di arrivare a Tokyo in questo periodo per godere appieno della fioritura appena citata.

Il clima di maggio è forse quello ideale per una visita della capitale orientale. Infatti il mese di maggio è considerato quello meno piovoso dell’anno e quindi perfetto per andare sul sicuro. Tokyo è protetta dal monsone, trovandosi nell’estremo est del Paese e dunque si può pianificare con quasi assoluta certezza una vacanza in maggio, prima che le temperature si alzino troppo.

Estate

A giugno le temperature medie si alzano: la minima tocca i 18 gradi e la massima 24. Le piogge iniziano a farsi sentire, parliamo infatti di 155 millimetri in media durante il mese. Molto copiose, se comparate con il mese di gennaio, la cui media è di soli 50 millimetri. Certo, l’inverno è molto rigido, ma anche l’estate ha il suo primato: è infatti il periodo più umido in assoluto dell’anno. È infatti importante sapere che dalla fine di giungo si verificano abbondanti precipitazioni a Tokyo e si apre la stagione denominata “delle piogge“.

Ad agosto negli anni passati è capitato spesso che la temperatura non scendesse sotto i 25 gradi. Molto importante il fatto che la massima tocchi invece i 30 gradi. Le notti, se non si soggiorna in un albergo moderno con aria condizionata – tranquilli, il 99% sono di questa tipologia – sono davvero lunghe e afose e per alcuni diventa difficile prendere sonno.

Infine, il clima di Tokyo a settembre è ancora caldo e si registrano ancora 25 gradi di media, tuttavia sia la temperatura che l’umidità cominciano a scendere rispetto all’estate e questo ci consente di tirare un respiro di sollievo. Consigliamo, tuttavia, un soggiorno a fine ottobre, per assistere a uno spettacolare foliage.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati