Imperdibili

Gelato calorie: la tabella dei gusti per non ingrassare

Gelato e calorie, ecco come fare per restare in forma senza rinunciare al piacere di un buon gelato

Fonte: flickr

Il rapporto tra gelato e calorie è alquanto controverso. Quanti di noi vorrebbero potersi concedere il piacere di gustare un buon gelato senza poi essere assaliti dai sensi di colpa? Il sogno di molti buongustai potrebbe diventare realtà, poiché, in verità, esistono moltissimi gusti di gelato che ci offrono la possibilità di non rinunciare al piacere e, allo stesso tempo, di non ingrassare.

Il gelato è un alimento dolce composto da latte, zucchero e uova. Si tratta di un cibo che di per sé, pur essendo calorico, non comprometterebbe troppo la nostra forma fisica. Tuttavia, a fare la differenza in termini di calorie, sarebbero essere gli ingredienti che, in fase di lavorazione, vengono aggiunti al gelato e che ne definiscono quindi il gusto: cioccolato, panna, nocciola, pistacchio, fragola, amarena etc. Tra i gelati più dietetici in assoluto si classificano sicuramente quelli alla frutta che contengono, in linea di massima, un quantitativo di calorie inferiore a 200, che va dalle 150 del limone ai 180 degli altri gusti alla frutta.

Via libera dunque a gelati al gusto di pesca, mela, limone, fragole , frutti di bosco e così via. Quanto alla creme invece, sarebbero da preferire gusti come pistacchio, nocciola, yogurt (150 Kcal) e vaniglia che contengono dalle 150 alle 200 calorie. Al contrario, il gusto di gelato più calorico in assoluto, accompagnato da quelli particolarmente sostanziosi, come tiramisù, zuppa inglese, zabaione, torrone, cioccolato bianco, marron glace, cassata, bacio, cocco etc, è senza dubbio quello alla panna, poiché particolarmente ricco di grassi.

Un capitolo a parte è dedicato invece a quelle persone che per motivi di salute sono costrette a rinunciare al piacere di un buon gelato: parliamo dei numerosissimi intolleranti al lattosio. Tuttavia, anche in questo caso, il mondo della gelateria ha fatto passi da gigante e, solitamente, le gelaterie artigianali dispongono quasi sempre di gelati senza lattosio. In ogni caso, per chi non può ingerire lattosio resta il lasciapassare per i gelati in “versione sorbetto”, ovvero quelli fatti con sola acqua e che solitamente sono al gusto di limone o altra frutta. In alcuni casi può essere ingerito anche il gelato al cioccolato extrafondente, purché quest’ultimo sia davvero tale. Il consiglio, comunque, è quello di chiedere sempre al venditore di turno per evitare spiacevoli inconvenienti.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati