Il ciclista si ritira e finisce in autostrada

Andrea Guardini si è ritrovato in una situazione davvero pericolosa a seguito del suo ritiro dalla corsa

Fonte: Instagram

Il percorso della Parigi Roubaix 2017 non è semplice. Inoltre, ogni tratta richiede delle caratteristiche che possono avvantaggiare alcuni atleti e svantaggiarne altri. Andrea Guardini è stato fautore di una performance deludente. A complicare la faccenda un episodio che non dimenticherà con facilità. Il ciclista è stato costretto al ritiro. Per questa ragione, con una certa calma, ha scelto di dirigersi verso la zona d’arrivo. Probabilmente non lo sapeva, ma a separarlo dalla sua meta c’era un’autostrada.

L’atleta si è infatti avviato sicuro di sé per poi ritrovarsi in una situazione di grave pericolo. A salvarlo ci ha pensato la gendarmeria francese. Nel corso di percorsi così grossi ci sono alcuni rifornimenti fissi. Andrea Guarini, giunto al secondo, resosi conto dell’impossibilità di raggiungere il gruppo, si è arreso, ritirandosi.

La vicenda

Il corridore veneto sapeva della struttura finale del percorso, un fastidioso zig zag che voleva evitare. Aveva chiesto quindi informazioni ad altre persone per scoprire se ci fosse una via più breve. Cercava di raggiungere i pavé senza passare per il velodromo. Tuttavia, i suoi propositi non sono andati a buon fine. Si è infatti ritrovato a pedalare, con la stanchezza di chi ha appena preso parte ad un percorso internazionale, su un’autostrada.

Per fortuna lì era presente una pattuglia della gendarmerie. Una volta soccorso, ha avuto modo di mettersi in contatto con la sua squadra. I suoi compagni di ciclismo, saputa la disavventura, non hanno potuto fare altro che prenderlo in giro.

La gara

Ben sette sono stati i ciclisti che non hanno completato la UAE Emirates. Tra gli italiani che invece sono riusciti a tagliare il traguardo abbiamo Marco Marcato piazzatosi al 26° posto. Anche la sua gara non è stata semplice. Alcuni inconvenienti meccanici lo hanno bloccato a più riprese.

Inoltre, giunto al Carrefour de l’Arbre è stato bloccato da spaventosi crampi. Con enormi sforzi è riuscito poi a concludere la gara. Neppure Roberto Ferrari e Matteo Bono hanno visto il traguardo. Tra i ciclisti nostrani più celebri ricordiamo Vincenzo Nibali, Marco Pantani, Fausto Coppi, Ottavio Bottecchia, Gino Bartali e Felice Gimondi.

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti