Tech

Il computer quantistico ora è per tutti. IBM lo mette online

Il computer quantistico non è più un sogno. Attraverso il cloud IBM si potranno sviluppare e testare i propri algoritmi

Fonte: pixabay

Il computer quantistico è un innovativo dispositivo che utilizza i fenomeni tipici della meccanica quantistica nel trattamento e nell’elaborazione delle informazioni e dei dati e presenta una potenza di calcolo enormemente superiore a quella dei tradizionali computer. Al posto dei convenzionali bit, nel computer quantistico si usano i qubit (quantum bit). Oggi questa incredibile tecnologia è stata messa a disposizione di tutti grazie ad IBM.

Nei laboratori dell’azienda americana, tra le maggiori al mondo nel settore dell’informatica, esiste un computer quantistico con una potenza di calcolo di 5 qubits, il cui utilizzo è a disposizione di tutti via Internet, attraverso il servizio online di cloud computing che permette all’utente di interfacciarsi direttamente con la macchina quantistica, ovunque ci si trovi. Per poterlo utilizzare bisogna però fare richiesta direttamente dal sito internet del servizio IBM compilando l’apposito form online.

Il nome dell’iniziativa è “IBM Quantum Experience”: permetterà a studenti, ricercatori e appassionati di informatica e programmazione di sviluppare e testare i propri algoritmi su un processore quantistico reale, direttamente dalla poltrona di casa o dal laboratorio. A detta degli esperti, ci troviamo di fronte ad un servizio altamente innovativo e senza precedenti. Senza dubbio si tratta di una prima volta storica, perché ad oggi solo pochi laboratori al mondo potevano lavorare con un computer quantistico.

I primi computer quantistici sono nati solo qualche anno fa e attualmente solo aziende del calibro di IBM, Google e NASA ne possiedono uno. Nel maggio 2011 la società canadese di calcolo quantistico D-Wave Systems ha annunciato l’uscita del D-Wave One (dotato di un processore da 128 qubit), primo computer quantistico ad essere commercializzato e proposto all’esorbitante prezzo di 10 milioni di dollari.

Secondo le stime, entro 10-15 anni i computer quantistici permetteranno un incredibile salto in avanti nella potenza di calcolo, raggiungendo limiti fisici oggi invalicabili e aprendo nuove strade alla tecnologia. I campi di studio interessati sono la nanotecnologia, l’informatica, la logica quantistica, la crittografia e la spintronica, ovvero l’elettronica associata alle particelle. Rimanendo in attesa di interessanti novità in merito, per adesso godiamoci il computer quantistico utilizzabile da remoto che IBM ha messo a disposizione di tutti.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati