Viaggi

Le isole Bermuda: quando andare e cosa visitare

Sole, mare cristallino, spiagge bianche, temperature calde e panorami da togliere il fiato: tutto su questo arcipelago nell'Oceano Atlantico

Fonte: google

Le isole Bermuda prendono il nome da Juan De Bermudez, lo spagnolo che le scoprì nel 1505. Nel 1609 vennero colonizzate e chiamate Somers dai naufraghi della Sea Venture in onore dell’ammiraglio George Somers.

Sono considerate territorio d’oltremare britannico, e costituiscono un arcipelago di isolotti sparsi nell’Oceano Atlantico tra la Florida e l’isola di Puerto Rico, con i quali danno vita al tanto temuto triangolo delle Bermude.

Le Bermuda sono caratterizzate da un’estate calda e afosa, mitigata però da dolci brezze. Ad agosto le temperature oscillano tra i 25 e i 30 gradi. Ogni mese ci sono all’incirca 10 – 12 giorni di pioggia intensa ma di breve durata. Le precipitazioni si verificano principalmente la sera e non influiscono in maniera determinante sul clima soleggiato che caratterizza questo arcipelago.

Luglio e agosto sono i mesi più caldi ma anche i più soggetti a uragani e tempeste tipici della zona. Il clima di settembre è molto simile a quello di agosto: le temperature variano tra i 24 e i 29 gradi. Perciò, è consigliabile valutare con attenzione l’abbigliamento da mettere in valigia.

Il periodo migliore

Il clima mite e soleggiato delle Bermuda rende queste isole visitabili in qualsiasi momento dell’anno. Tuttavia, bisogna tenere presente che il periodo che va da giugno a novembre, sebbene i mesi estivi siano caratterizzati da un caldo intenso e afoso, è quello di maggior incidenza degli uragani. Per visitare l’arcipelago è consigliabile prenotare tra aprile e maggio. La temperatura è di circa 24 gradi, mentre quella del mare si aggira intorno ai 21.

Gli uragani

Il clima alle Bermuda è sempre estremamente favorevole e raggiunge picchi di caldo afoso solo a luglio e agosto. E’ proprio nel periodo più caldo, quello compreso tra giugno e novembre, che sono frequenti i temporali e gli uragani tipici del luogo, come ad esempio l’Uragano Gonzalo del 2014, caratterizzato da venti fino a 175 km/h e forti piogge torrenziali. Perciò, se si desidera visitare l’arcipelago senza rischi relativi al maltempo, è consigliabile recarsi a Bermuda nei mesi di aprile e maggio che, sebbene siano mesi più freschi, non sono interessati da fenomeni atmosferici potenzialmente pericolosi.

Cosa visitare

Ciò che risalta subito all’occhio quando si va a Bermuda è senz’altro la spiaggia Horseshoe Bay Beach: lunga, bianchissima, lambita da onde cristalline e da rocce che la rendono un vero paradiso sulla Terra. Vale la pena fare una sosta in questa splendida baia godendo delle carezze del sole e degli abbracci del mare. Ben quindici ettari di alberi, fiori e arbusti fanno dei Giardini Botanici di Bermuda una meta da visitare assolutamente.

Situati a Paget Parish, poco distanti dal centro di Hamilton, questi giardini botanici comprendono la residenza ufficiale del premier di Bermuda. Sempre a Hamilton c’è la Cattedrale della Santissima Trinità, sede della chiesa anglicana di Bermudas. Costruita tra il 1844 e il 1869, fu progettata in stile inglese. Distrutta da un incendio nel 1884 venne poi ricostruita in stile neogotico con la pietra calcarea delle Bermudas, escluse alcune decorazioni importate dalla Francia in pietra scolpita di Caen.

Gli hotel

Il lusso alle Bermuda regna sovrano e la maggior parte degli hotel sono a quattro o a cinque stelle. L’Elbow Beach a Parish vanta 5 ristoranti al suo interno e centri benessere in cui usufruire di tantissimi trattamenti di bellezza, nonché la possibilità di organizzare giornate a cavallo, giocare a tennis o effettuare lo snorkeling, il kayak o le immersioni. Esso si trova a 10 minuti da Hamilton e costa all’incirca 350 € a notte.

L’Hamilton Princess & Beach Club, che costa 439 € a notte, è affacciato sul porto di Hamilton. Offe una piscina di acqua dolce, camere lussuose, un centro fitness aperto H24 e biciclette per visitare i dintorni. Nei quattro ristoranti al suo interno, Crown & Anchor, Marcus, HP e 1609, è possibile gustare piatti tipici delle Bermuda accompagnati da una fornitissima lista di vini.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati