0, 0, 0, 1, 0, 3, 0 trend

Luhu, la gattina più triste del mondo con 160mila follower

Luhu è la gattina più triste del web. Grazie alla sua espressione sconsolata è diventata una star di Instagram

Fonte: Instagram

Luhu è la gattina più triste del mondo. Musetto grigio e occhi all’ingiù, il micetto ha conquistato il web con la sua espressione affranta, tanto che in pochissimo tempo ha raccolto oltre 160mila follower, pronti a regalarle un sorriso. Luhu vive a Pechino, in Cina, insieme alla sua padrona, Maggie Liu, che l’ha adottata diversi anni fa.

A colpirla è stata, oltre la dolcezza della gattina, anche l’espressione del suo sguardo che le ha consentito di divenire l’animale più triste del web. In realtà Luhu non è affranta come sembra, ma quella che vedete è la naturale conformazione degli occhi. Maggie Liu ha tentato di spiegarlo più volte, nonostante ciò sono tantissimi gli utenti convinti che il micio soffra per qualcosa. Peccato che Luhu non solo sia felice con la sua padrona, ma vive anche in compagnia, condividendo pappa e cuccia insieme ai fratellini Bardie e Barher. “Adora giocare e farsi fare le coccole” ha raccontato Maggie Liu parlando dell’animale.

La sua storia ricorda molto quella di un altro gatto famosissimo sul web. Si tratta di Shamo, un gatto grigio che vive in Giappone e che è diventato celebre grazie alla sua espressione perennemente corrucciata. Il felino infatti sembra costantemente arrabbiato, anche se non è affatto così. Shamo, proprio come Luhu, è un gatto molto dolce e tenerone, adora le coccole e ama giocare. Non è però così fortunato, visto che non ha ancora trovato una famiglia che lo ami e che si prenda cura di lui.

L’animale vive in un rifugio per randagi e i volontari che si prendono cura di lui hanno lanciato un appello sul web, decisi a farlo adottare nonostante la sua espressione arrabbiata. L’apparenza, in entrambi i casi, inganna, e sia Luhu che Shamo sono coccoloni, giocherelloni e felici come tutti i gatti del mondo.

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti