Imperdibili

Bambine giocano a Charlie Charlie, cadono possedute dai demoni

Dopo aver giocato al gioco Charlie Charlie, 22 bambine possedute dai demoni finiscono in ospedale. È accaduto in Colombia, nella regione di Choco

Fonte: flickr

In Colombia, 22 bambine possedute dai demoni per aver giocato a Charlie Charlie, sono finite in ospedale 
Ma cos’è Charlie Charlie? Si tratta di un gioco che ha avuto una grande diffusione via Internet. Etichettato inizialmente solo come una nuova mania nata sul web, secondo un esorcista del Vaticano, questo gioco evoca realmente i demoni e chiunque lo pratica si espone al rischio di persecuzione da parte di forze maligne.

Ma come funziona Charlie Charlie? Il gioco consiste nel porre su un foglio due matite formando una croce. Si disegnano poi su un foglio quattro quadrati con le parole sì e no alternate e si comincia a evocare il demone dicendo “Charlie, Charlie, sei qui?”, fino a quando una delle matite comincia a muoversi da sola. Se si sposta sul sì, vuol dire che il demone è presente e pronto a giocare, rispondendo a domande che prevedano come risposta sì e no. Molto simile alla classica Ouija Board, la tavoletta che si usa per comunicare con i defunti, Charlie Charlie, nato in Messico, è un gioco pericoloso.

Le autorità religiose spiegano che i demoni possono rimanere nei dintorni anche al termine del gioco. Evocare Charlie può portare ad aprire una porta di comunicazione con gli inferi, che non si richiude quando si smette di giocare. Secondo i dirigenti scolastici le bambine erano possedute perché emettevano grida, si contorcevano e avevano la schiuma alla bocca. Alcune erano in preda ad allucinazioni o emettevano frasi incomprensibili. Sono quindi state sottoposte ad esami di controllo che hanno escluso intossicazioni, uso di allucinogeni o presenza di patologie che potessero essere causa di questi sintomi. Tutto era conseguenza del gioco Charlie Charlie.

Una delle 22 bambine possedute ha raccontato di aver visto un uomo completamente vestito di nero, che minacciava di uccidere tutti. Qualcuno descrive Charlie come uno spettro con il sombrero. Le autorità locali hanno esortato la popolazione a non cedere al panico, mentre il pastore locale ha consigliato di pregare contro la stregoneria. Le bambine sono state affiancate da consiglieri spirituali. Questo non è il primo caso di possessione demoniaca dopo aver giocato a Charlie Charlie. Un sacerdote americano ha scritto una lettera ai genitori degli studenti di una scuola cattolica, avvertendo che “non c’è nulla di innocente nel giocare con i demoni”. Spesso le domande che vengono poste a Charlie sono futili, e riguardano informazioni sui propri cantanti preferiti o su questioni sentimentali.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati