Lifestyle

Chi è il bellissimo modello inglese David Gandy?

Tutte le informazioni sulla vita, la carriera e i maggiori hobby del bellissimo modello inglese David Gandy

L’Inghilterra, paese dalle ricche tradizioni e della monarchia più duratura al mondo, ci ha regalato uno dei modelli più belli mai esistiti: David Gandy. Questo adone inglese dai capelli mori e dagli occhi blu come l’oceano, fa palpitare il cuore di tutte coloro che si imbattono nelle sue foto o negli spot pubblicitari che lo vedono protagonista.

Nato nel 1980 nell’Essex inglese, David a fare il modello non ci pensava proprio. Il suo desiderio era infatti quello di diventare un veterinario, ma i suoi voti troppo bassi non resero possibile la realizzazione del suo sogno. Decise perciò di studiare informatica multimediale e, nel frattempo, trovò un impiego per Auto Express, una società di affitto e vendita di auto.

La vita da adulto

A 21 anni però arriva la svolta: mentre David si sta preparando per conseguire la laurea in Marketing, il suo coinquilino decide – ad insaputa del bel David – di iscriverlo a un concorso TV per modelli.
Il concorso ha come premio un contratto con l’agenzia Select Model Management di Londra e, sorpresa delle sorprese, è proprio David a vincerlo.

Inizia così la sua carriera di modello che raggiunge l’apice quando gli stilisti Dolce & Gabbana lo scelgono come volto dell’azienda. Lo spot del 2007 del profumo Light Blue di D&G, che lo vede recitare di fianco alla super modella italiana Bianca Balti, gli dà una popolarità immensa grazie alla viralità con cui lo spot viene seguito dalla rete e al cartellone di ben 50 piedi che spicca su Time Square e che grida al mondo la bellezza di David.

Nel 2009, David ricopre il ruolo di valletto per il Festival di Sanremo e viene coinvolto, insieme all’attrice di Hollywood Scarlett Johansson, in una campagna pubblicitaria per una linea di cosmetici firmati D&G.
Mantiene inoltre il volto per la seconda campagna pubblicitaria della fragranza Light Blue e presta la sua immagine per un corto promozionale della catena di alberghi di lusso W Hotels.

La carriera

Sempre nello stesso anno, la rivista Forbes lo mette al terzo posto nella classifica dei modelli più potenti al mondo. Nel 2011, Dolce & Gabbana ha pubblicato uno speciale di 280 immagini in cui descrive il suo rapporto di lavoro con il bellissimo David Gandy.

L’anno successivo, David ottiene diverse copertine di famosi magazine di moda e sfila per marchi famosi come Banana Republic, Mark & Spencer e Lucky Brand Jeans. Nel 2013 viene scelto come volto immagine del whisky scozzese Johnny Walker. Durante la sua carriera, David ha anche partecipato a diversi eventi pubblici: per le Olimpiadi del 2012 ha sfilato con la Union Jack inglese affiancato da modelle importanti come Naomi Campbell e Kate Moss.

Dal 2011 è inoltre un blogger per British Vogue e un recensore ufficiale di auto per il British GQ. David è inoltre un cultore delle gare automobilistiche: nel 2013 ha partecipato alla Mille Miglia italiana con il Team Jaguar. Infine, David non solo ha ricevuto numerosi premi e citazioni – una delle quali, ad opera di GQ, lo ritiene uno dei 100 uomini più influenti dell’Inghilterra – ma è anche molto attivo con la beneficenza.

Nel 2010 ha proposto, insieme a Naomi Campbell, una raccolta fondi destinata ad aiutare le vittime dello spaventoso terremoto di Haiti e, nel 2013, ha fondato la Blue Steel Appello, una fondazione benefica nata per raccogliere fondi per il Comic’s Relief Red Nose Day, l’esclusivo evento pensato per regalare spettacoli divertenti ai meno fortunati e per raccogliere fondi da destinare agli stessi.

La vita privata

Nonostante la rivista Forbes lo abbia incoronato come il modello più conosciuto al mondo, della vita privata di David non si sa moltissimo.
Il super modello è infatti piuttosto timido fuori dalle passerelle e le uniche cose che si sanno di lui è che adora vestirsi in maniera elegante e che ha una passione per le auto classiche. Il suo hobby gli costa davvero un patrimonio ma David non riesce a resistere indifferente davanti al fascino di un’automobile classica.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati