Imperdibili

I criceti più fastidiosi al mondo: perché si comportano così

I più piccoli (meno le loro mamme) adorano i criceti. Generalmente vengono acquistati ritenendo che richiedano poche cure. Invece è tutto il contrario

Fonte: Pixabay

Il criceto è considerato uno degli animali da compagnia più accessibili di sempre. Il suo basso costo, il suo stile di vita e le sue piccole dimensioni, sono elementi che traggono in inganno i futuri padroni di questo animale. Il criceto non è affatto un animale semplice, ha bisogno di tante cure e di altrettante attenzioni.

Molti considerano il criceto come un animale tranquillo e anonimo, che se ne sta in silenzio a giocare nella sua gabbietta, senza procurare disagi di nessun tipo. Nulla di più sbagliato. I criceti possono rivelarsi come gli animali più fastidiosi al mondo.

I comportamenti fastidiosi del criceto

Il criceto è un animale che generalmente intenerisce molto i bambini, ancor più dopo la serie Tv “Hamtaro” e, apparentemente, richiede poche cure – non è un cane le cui passeggiate vengono puntualmente rifilate ai genitori, ecco. I criceti sono animali notturni, preferiscono passare le ore del giorno nella loro gabbietta, a dormire. Sarà durante la notte che il criceto avrà voglia di giocare ed interagire con il proprio padrone. Durante la notte, essendo un animale che di giorno dorme, darà il meglio di sé e inizierà a giocare con la ruota, mordere le sbarre e correre a perdifiato per l’intero spazio della gabbia – che deve essere di adeguate dimensioni. Un criceto necessita di più spazio di quanto sembri.

Se si sceglie di adottare due criceti, sarà necessario prendere innumerevoli precauzioni. Se sono due esemplari maschili è necessario che si piacciano, altrimenti non dureranno a lungo nella stessa gabbia e uno finirà per ammazzare l’altro. Se sono due esemplari femminili, potrebbe valere lo stesso discorso. Peggio ancora si consideri che, se si adottano un criceto femmina ed uno maschio e si tengono nella stessa gabbia, essendo animali particolarmente dediti all’accoppiamento, probabilmente vi ritroverete con decine e decine di piccoli criceti in più – e i cuccioli di criceto non sono così teneri come quelli adulti.

L’odore fastidioso dei criceti

Il criceto non è soltanto famoso per la sua infinita tenerezza, ma anche per il suo fastidiosissimo odore. Infatti, la gabbietta del criceto va pulita ogni quattro giorni. Ogni quattro giorni va cambiata la segatura, il cotone (rigorosamente quello per roditori) e vanno ben puliti i ripiani.

Non si dimentichi di sistemare bene anche la ruota, oggetto fondamentale all’interno della gabbia, dal momento che rappresenta una valvola di sfogo per i roditori. Ciò deve essere fatto sia per questioni puramente legate all’igiene, ma anche per salvaguardare l’odore della stanza in cui si trova. A volte capita che il criceto scelga un particolare punto della gabbia in cui urinare e non ci sarà verso di fargli cambiare idea. Non la farà più sul cotone.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati