La Torre Eiffel e la sua storia come simbolo di Parigi

La Torre Eiffel come simbolo della città di Parigi. Un po' di storia: data di fondazione e obiettivi

Fonte: Pixabay

La Torre Eiffel ha una storia davvero lunga alle spalle. La struttura un tempo o comunque nei progetti degli artefici, non doveva avere tutta l’importanza che poi nel corso del tempo si è guadagnata, divenendo il simbolo per eccellenza di Parigi e della Francia nel mondo.

La Torre Eiffel è stata costruita in poco più di due anni. Venne completata nel 1889 e inaugurata il 31 marzo dello stesso anno in occasione dell’esposizione universale. La sua costruzione era legata all’idea di commemorare l’indipendenza francese, ad un secolo dalla rivoluzione francese, che avrebbe cambiato per sempre la storia della Francia.

Storia

La torre Eiffel prende il nome dal suo creatore, Gustave Alexandre Eiffel. La sua collocazione in città, venne vista negativamente da quasi tutti i parigini, perché considerata inadatta alla città. Fu contestata anche dall’elitè artistica e culturale del tempo, per la sua costituzione nel materiale di ferro, poco adatto ad una città raffinata e classica come Parigi.

L’idea era quella di distruggere la torre alla fine dell’esposizione universale. Nel 1909 rischiò seriamente la demolizione, ma venne salvata perché rappresentava un’ottima piattaforma per posizionare le antenne delle varie radio.

Nel corso del tempo, i parigini si sono resi conto di non poter più rinunciare a questa struttura storica, divenuta ormai simbolo di Parigi e meta di tantissimi turisti nel mondo.

La struttura

La struttura della Torre Eiffel è divisa in tre parti, accessibili al pubblico. Per arrivare in cima, è possibile accedere grazie alle scale, in totale 1665 o con l’ascensore, che può condurvi al primo o al secondo piano.

Le prime due basi, partendo dal basso, sono quelle più imponenti. Ma man mano, che si sale fino alla cima la larghezza diminuisce. L’ultimo livello arriva a soli 10 metri di larghezza. La struttura, come già in origine, poggia su quattro pilastri per ogni livello.

I meccanismi previsti per l’ascensore sono gli stessi ideati in occasione della sua inaugurazione nel 1889. La struttura è molto resistente perché da progetto si penso di realizzare un monumento robusto e accessibile al pubblico, piuttosto che uno bello.

Alcune informazioni

La torre Eiffel è stata costruita utilizzando due milioni e mezzo di bulloni in ferro forgiato. La facciata del primo piano della torre, presenta delle incisioni, volute da Gustave Eiffel, per onorare gli studi di alcuni ingegneri e scienziati francesi. Nel lato sud della torre, è presente un prato erboso, da cui un tempo partivano i primi voli in mongolfiera.

Seppur destinata ad essere demolita, la torre Eiffel fin dall’inizio fu molto utile. Fu utilizzata, infatti, per condurre numerosi esperimenti scientifici, come l’installazione di un barometro. Grazie alla sua altitudine, fu risparmiata dalla demolizione, perché principale trasmettitore della città, grazie al posizionamento di numerose antenne.

Attualmente ricopre ancora tale ruolo sia dal punto di vista della radio, sia da quella della televisione analogica. E’ interessante sapere alcune curiosità, dal 1 gennaio del 2000, la torre possiede quattro fari ruotanti, che con il loro raggio illuminano l’intera città di Parigi. Per tenere la torre ben lucida è necessario verniciarla, inoltre, ogni sette anni.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti