Viaggi

Montenegro: cosa fare, cosa visitare e in che periodo andare

Viaggio alla scoperta del Montenegro: consigli su quando andare e informazioni sugli eventi e sulle fiere in programma e su cosa vedere

Fonte: wikipedia

Il Montenegro è uno stato situato nel cuore dei Balcani Occidentali con sbocco sul mare Adriatico e confinante con la Serbia, il territorio conteso del Kosovo, l’Albania, la Croazia e infine la Bosnia Erzegovina.
Non è meta turistica molto diffusa, tuttavia offre moltissime attrattive per una vacanza memorabile. Il poeta Lord Byron decantò i paesaggi del Montenegro definendoli “le terre e i mari più belli del pianeta”, per cui si capisce che la prima attrazione del paese sono le bellezze naturali.

Le attrazioni principali sono diverse, a partire dal Parco Nazionale di Durmitor, patrimonio mondiale Unesco. Qui si possono effettuare escursioni a piedi su itinerari davvero ben indicati e collocati. Il Parco Nazionale offre una varietà di flora e fauna invidiabile, mentre il canyon formato dal fiume Tara e dai suoi affluenti rappresenta lo spettacolo che vale il viaggio.

Cosa vedere

Le spiagge del litorale adriatico sono uno dei punti d’attrazione più famosi, dal momento che offrono anche divertimento e svago, soprattutto a Budva, la zona più frequentata.
Citiamo poi la città e il fiordo di Kotor , anch’essa patrimonio dell’Unesco. Qui si può spaziare dalla visita alla Cattedrale di Sveti Trifun e alla Torre dell’orologio, oppure effettuare un’escursione al fiordo.

Periodo migliore per andare

Il periodo migliore per andare in Montenegro va da maggio a settembre, praticamente d’estate. Da evitare tuttavia i mesi più caldi, perché sono anche quelli più affollati ed è difficile muoversi, specialmente in spiaggia. Le spiagge sono belle e gettonate, quasi come quelle della vicina Croazia.

Montenegro e dintorni

Il Montenegro è i luoghi circostanti mostrano una natura rigogliosa. Vi consigliamo, ad esempio, una visita al leggendario Lago Nero. Il Lago Nero deve il suo nome al colore verde scuro dovuto sua profondità e alle ombre delle foreste circostanti. Citiamo anche il Monastero di Ostrog, santuario ortodosso inserito in una parete rocciosa di montagna. Qui riposano i resti di San Basilio.

Cosa fare la sera

In Montenegro è facile sapere cosa fare la sera e trovare svago. È assolutamente consigliata una serata in qualche ristorante tipico per assaggiare le cosiddette cevapi: polpettine di carne d’agnello allungate che si trovano anche nei banchetti di street food sul lungo mare.

Si possono gustare con contorno o senza, ma se si opta per un piatto completo è d’obbligo scegliere patate, peperoni e cipolle.
Sul lungomare e specie a Budva, come dicevamo poco fa, è interessante trovare svago in locali (pub e ristoranti, ma anche discoteche e luoghi d’incontro per la movida), essendo questa una zona paragonabile alla nostra Rimini o Riccione.

Eventi e fiere

Gli eventi e le fiere in Montenegro sono innumerevoli, ma è d’obbligo sapere che celebrazioni religiose sono legate sia alla religione ortodossa che a quella cattolica. Oltre alle celebrazioni che anche in Italia si festeggiano, esistono le festività ortodosse come il Natale (7 gennaio) e la Pasqua, che come quella cattolica ha data variabile. Inoltre la Festa Nazionale cade generalmente il 13 luglio e in tutto il paese si organizzano celebrazioni di ogni tipo a ritmo di Marinarezza, una danza tipica ballata anche durante il giorno della festa della marineria di Stato.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati