Viaggi

Partire per Sharm el-Sheikh: clima e norme di sicurezza

Le offerte più convenienti, la stagione migliore per viaggiare e soprattutto le norme di sicurezza applicate dopo gli ultimi attacchi

Fonte: google

Sharm el-Sheikh è una delle mete esotiche di più alto valore paesaggistico, culturale e infrastrutturale non molto lontano dall’Italia. Infatti, per raggiungere la località dell’Egitto, sono necessarie soltanto 4 ore di volo. Uno dei lati positivi di intraprendere un viaggio non troppo lontano da casa, è l’assenza del cosiddetto jet leg.

L’orario di Sharm differisce infatti da quello italiano di un’ora soltanto. Questa differenza si annulla quando in Italia applichiamo l’ora legale, ovvero da marzo a ottobre. Perciò Sharm el-Sheikh si conferma una meta ideale, perché poco costosa e comoda.

Inoltre, esistono villaggi turistici di tutte le tipologie. Queste strutture godono di ogni comfort e servizio. Dalle spiagge private con tanto di accesso per disabili, alla presenza di piscine, palestre, centri fitness, spa, lounge bar e campi da tennis, basket o calcetto. Insomma, è veramente impossibile rimanere insoddisfatti.

Offerte

La bellezza del paesaggio e i tanti voli che partono dall’Italia, rendono Sharm el-Sheikh una delle mete favorite delle famiglie italiane. Le soluzioni che garantiscono maggiore risparmio sono i pacchetti volo+hotel o volo+villaggio turistico. Le tante agenzie di viaggi sparse sul nostro territorio vantano centinaia di questi pacchetti, quindi non bisogna far altro che rivolgersi a loro prima di partire.

Il clima

Il clima di Sharm el-Sheikh rientra nella fascia subtropicale-desertica. Le temperature si aggirano intorno ai 20° in inverno, mentre nella stazione estiva si aggirano intorno ai 40°. Dato il forte caldo estivo, i periodi migliori per una vacanza sono la primavera e l’autunno, che registrano temperature relativamente stabili sui 30°.

Tuttavia, bisogna ricordare che nei mesi di marzo e maggio è possibile incappare in vere e proprie tempeste di sabbia generate dal Khamsin, un vento caldo e secco tipico del Sahara. Come la temperatura dell’aria, anche quella dell’acqua è tendenzialmente calda. Nei picchi di minima invernali, le temperature possono arrivare ai 21° e fino ai 30° a fine Agosto. Le precipitazioni sono pressoché inesistenti.

Le norme di sicurezza

Con l’avvento della Primavera Araba, il tema della sicurezza ha assunto una rilevanza non trascurabile nella scelta di Sharm el-Sheikh come meta per le proprie vacanze. In seguito all’aereo russo decollato dall’aeroporto di Sharm el-Sheikh e schiantatosi sul Sinai il 31 ottobre dell’anno passato, molte compagnie aeree internazionali hanno temporaneamente sospeso i loro voli diretti alla città egiziana.

Già prima di questo triste fatto, visti i numerosi e frequenti incidenti, sono state imposte norme di sicurezza più rigide e tutt’ora in vigore.
Nonostante questo, la situazione sul loco è inevitabilmente tesa. Certamente l’assalto armato a un resort turistico avvenuto l’8 Gennaio scorso non ha aiutato ad abbassare il livello di allarme.

Nello specifico, si tratta del Resort Bella Vista di Hurghada, una struttura distante circa 3 ore di navigazione da Sharm el-Sheikh. A ogni modo, gli organi politici internazionali raccomandano di evitare i viaggi verso l’Egitto non indispensabili. Tuttavia, Sharm el-Sheikh e poche altre località, sembrerebbero vantare di una certo grado di sicurezza. Resta però lo stato di allarme per l’aeroporto della città.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati