Sapete quanti batteri si trasmettono con un bacio? Paura!

Cosa c'entrano i battieri con il bacio? Da uno studio condotto su 21 coppie, ogni volta che ci si bacia 80 milioni di batteri migrano da una bocca all'altra

Fonte: pixabay

Batteri e bacio, è uno studio che interessa solo gli scienziati, non gli innamorati, eppure quando ci scambiamo un bacio appassionato, milioni di batteri che vivono nella nostra bocca migrano nel cavo orale del partner e viceversa. Ai romantici potrebbe non interessare, ma è bene sapere che da un bacio alla francese di 10 secondi si ricevono 80 milioni di microrganismi. Anche se nei vari paesi nel mondo ci si bacia in modo diverso quello che emerge
da uno studio portato avanti da un gruppo di scienziati olandesi e poi pubblicato sulla rivista Microbiome è che le coppie più affiatate e che si baciano con più frequenza, avrebbero la colonia di batteri nella bocca molto simile.

Questo dato potrebbe impressionare, ma non tutti sono a conoscenza che il corpo ospita un ecosistema di 100 trilioni di microrganismi utili per espletare le funzioni vitali dell’organismo come: digerire il cibo, prevenire le malattie, sintetizzare le sostanze nutrienti. Il microbioma che accoglie questa fornita famiglia di microrganismi è determinato dall’età dell’individuo, dal modo di alimentarsi, dal sistema genetico e dagli individui con cui interagisce. Il dato è sconcertante e potrebbe impressionare, ma secondo la ricerca portata avanti da alcuni biologi, la presenza di germi nel corpo umano sarebbe dieci volte superiore al numero di cellule. La bocca poi è il posto dove si annidano più varietà, infatti solo nel cavo orale sono presenti 700 diversità di batteri. Si è riusciti a sapere la presenza di batteri in un bacio da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Netherlands Organisation for Applied Scientific Research.

A 21 coppie ben consolidate è stato chiesto di completare un questionario dove gli veniva chiesto tra le altre cose, con quale frequenza si baciano e la durata dei propri baci. Dalla teoria si è passati poi alla pratica. Alla coppia è stato fatto bere un drink di probiotici contenente Lactobacillus e Bifidobacterium quindi gli è stato chiesto di trasferirsi in un ambiente controllato e baciarsi. Successivamente è stato prelevato ad entrambi campioni di saliva per analizzare la presenza di batteri sulla lingua e nella saliva stessa. Dagli esami di laboratorio è emerso che con un bacio alla francese della durata di 10 secondi, vengono trasmessi da una bocca all’altra 80 milioni di batteri. Nelle coppie che per abitudine si baciano molto spesso è stato evidenziato che la colonia di microrganismi presenti nel proprio cavo orale è quasi simile.

Dopo questo risultato che vede bacio e batteri a confronto, non so quanti vogliano rinunciare a baciare il proprio partner, perché alla fine baciarsi è un piacere e da un bacio si traggono molti benefici. Lo stesso Adriano Celentano cantava “Con 24 mila baci tu mi hai portato alla follia..” in questa frase lambita di passione c’è molta verità, ma fino a questa ricerca nessuno avrebbe immaginato che ogni volta 80 milioni di batteri sarebbero migrati da una bocca all’altra. Da un bacio si possono trarre solo effetti positivi. Un bacio appassionato mette in movimento 34 muscoli facciali, senza contare quelli del collo, spalle e schiena. Provoca 120 battiti cardiaci al minuto. Il record del bacio più lungo è stato stabilito a Tel Aviv nel 1999, da una coppia israeliana: sono rimasti saldati bocca contro bocca per 30 ore e 45 minuti, chissà da quel bacio i batteri che hanno viaggiato.

Il bacio oltre ad essere l’essenza dell’amore è anche il farmaco con meno controindicazioni. Va consumato senza alcuna cautela ed è opportuno un consumo frequente senza temere alcuna incompatibilità. La posologia e il modo di somministrazione variano da individuo ad individuo secondo necessità. Va tenuto alla portata di tutti, non ha scadenza, va conservato sempre. In un bacio non solo i batteri transitano, ma dal cervello si liberano le endorfine con effetto analgesico e antidepressivo sull’individuo. Un bacio aumenta il battito cardiaco, la pressione sanguigna, tonifica i muscoli facciali, rende la pelle più luminosa e lascia una sensazione piacevole di agitazione e benessere. Lo studioso del comportamento Micheal Christian, descrive 25 varianti del bacio. Il più conosciuto è quello alla francese.

In altre zone del mondo, questo principale ingrediente dell’amore assume caratteristiche diverse. Per esempio gli eschimesi si baciano strofinandosi il naso. I giapponesi del nord si mordicchiano, a Bali è abitudine avvicinarsi, annusarsi, assaporare il calore e l’odore dell’altro. Per chi del bacio ne ha fatta un’arte di seduzione e per chi è ritroso a queste forme di richiamo, c’è San Valentino, la festa degli innamorati, ma a volte è anche il pretesto per esprimere l’affetto ad una persona nella maniera più semplice, dandole un bacio accompagnato da frasi d’amore prese in prestito dal web. Sicuramente nel giorno dedicato all’amore, nessuno si preoccuperà di sapere in un bacio quanti batteri migrano, anche perchè se la scienza dicesse la verità, sarebbero pochi a rinunciare allo sfiorarsi di due labbra solo per una questione di igiene.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti