Lifestyle

Si può comprare la felicità? Una ricerca scientifica dice di no

Comprare la felicità non è possibile. Lo dimostra uno studio della UCLA, secondo cui chi sceglie il tempo rispetto al denaro è più soddisfatto

Fonte: www.pixabay.com

Nella nostra società, molti pensano che comprare la felicità sia possibile. Un recente studio portato a termine della School of Management della UCLA ha invece dimostrato che in realtà è un’assunzione poco veritiera. È stato chiesto a 1226 persone se preferissero avere più soldi o più tempo: il 61% ha scelto la prima opzione, associando la soddisfazione personale seguita dalla misurazione del tempo disponibile, del denaro e dei fattori demografici.

Il quadro che ne è emerso è ben diverso, poichè quel 39% che ha deciso di non comprare la felicità ma sceglie di avere più tempo si è dimostrato il più felice. Infatti, lo studio afferma che un soggetto, per accrescere la propria soddisfazione, deve concentrarsi su come passare il proprio tempo libero e spendere il denaro, piuttosto che pensare se ne abbia abbastanza o addirittura ne abbia.

In realtà, un altro studio della University of California, Riverside e Cambridge University presenta un aspetto interessante, poichè afferma che la felicità sì si può comprare, ma fino a un certo punto. Guardando nei conti bancari di 585 cittadini britannici, si è riscontrato che le prime 1000 sterline sono più importanti per la loro felicità che le successive 9000. Lo stesso studio ha tenuto conto anche di altri fattori, come lo stress riguardo alle proprie finanze, la soddisfazione della propria vita, i bilanci dei flussi di denaro.

Ma quali sono le ragioni per cui scegliere di non comprare la felicità? Innanzitutto, lavorando di più, si ha meno tempo da passare con la propria famiglia. Inoltre, potrete svolgere qualche lavoretto domestico in più. Questo vi porterà comunque a risparmiare denaro, poichè potrete fare tutto ciò che prima assegnavate a dei collaboratori esterni, spesso anche sotto lauto compenso. Quei soldi li potrete utilizzare per altre attività più piacevoli e finalmente godervi la vita.

Adesso anche le nuove tecnologie possono aiutare a misurare la propria soddisfazione. Pebble sta per lanciare un aggiornamento alla loro Health app che permeterrà di monitorare l’umore con un’app chiamata appunto Happiness, felicità. L’azienda ha deciso di fare questo passo per rispondere alle novità della Fitbit, anche con due nuovi dispositivi, Pebble 2 e Pebble Time 2. L’applicazione, creata con la collaborazione dell’Università di Stanford, funziona in cicli settimanali dove suggerirà agli utenti di giudicare il proprio umore e i livelli di energia. Da provare!

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati