Viaggi

Sofia: vademecum essenziale per visitare la capitale bulgara

Sofia è la vostra destinazione? Ecco per voi una breve guida contenente tutte le informazioni fondamentali per non partire impreparati alla volta di questa capitale dell'Est

Fonte: google

Sofia è la capitale della Bulgaria, e risulta essere la città bulgara dalla maggiore densità con una popolazione di 1.270.000 abitanti nel solo centro, e altrettanti nell’area circostante. Sofia è anche il centro nevralgico di tutto il paese, in cui si concentrano le principali attività amministrative, culturali, industriali e relative ai trasporti, senza contare che conta numerosi luoghi di interesse.

Sofia è stata fondata nel 1889 ed è sede dell’omonima università e di altri sedici istituti universitari. Si trova nella parte ovest della Bulgaria e al suo interno si possono trovare sia chiese ortodosse che cattoliche, in quanto queste sono le due principali religioni praticate nel paese. Tra le chiese più famose, la chiesa di San Giorgio, quella di Santa Sofia e la cattedrale di Aleksandar Nevski.

Storia della città

Dopo Atene e Roma, Sofia è la capitale più antica d’Europa: nel corso dei secoli ha cambiato diverse volte il proprio nome: Sardica, Triadiza, Sredec, e poi Sofia, nel 1376, che in greco significa saggezza. Conquistata dagli ottomani sei anni dopo, divenne capitale della provincia turca di Rumelia, finché nel 1878 venne conquistata dai Russi facendola divenire la capitale della Bulgaria indipendente. Sempre i Russi la occuparono durante la seconda guerra mondiale deponendo il governo filo-tedesco presente allora nel paese.

Turismo

Sofia accoglie ogni anno qualcosa come un milione e mezzo di visitatori: benché la Bulgaria venga spesso sottovalutata dal punto di vista turistico, offre paesaggi veramente straordinari, monumenti suggestivi e tanti altri luoghi d’interesse che rendono il tour all’interno di questa capitale europea un’esperienza molto piacevole, da vivere appieno in tutte le sue sfaccettature.

Clima

A Sofia è presente un clima continentale, caratterizzato da sensibili escursioni termiche: il picco di freddo estremo si ha in gennaio, con temperature che vanno da -3°C a 4°C. In estate il mese più caldo è agosto, con minime di 16°C e massime di 29°C. Il periodo migliore per visitare Sofia è quindi la primavera-estate, tra maggio e settembre, in cui, nonostante le piogge frequenti, il clima è particolarmente favorevole.

Posizione geografica

Sofia si trova in prossimità del versante nord del monte Vitosa nell’omonima valle, circondata dai Balcani, dagli Antibalcani, dal monte Ljulin e dalla zona del Lozen, che è parte della città stessa. Sofia si può raggiungere anche attraverso cinque passi montani: il Botevgradski, il Petrohanski, il Dragomanski, il Vladajski,e il Vitinya, che un tempo fungevano da importanti vie di comunicazione tra l’Adriatico il centro Europa e il Medioriente e che resero la città particolarmente florida dal punto di vista commerciale.

Mappa

Per chi si appresta a recarsi a Sofia, è importante avere a portata di mano una mappa della città con tutti i principali luoghi d’interesse: musei, monumenti, parchi, in modo tale da avere un’idea precisa del percorso che si intende seguire, e valutare eventualmente come muoversi all’interno di questa bella città. Una cartina di questo tipo può essere comodamente scaricata da Internet oppure acquistata presso l’agenzia di viaggi a cui si fa riferimento.

Curiosità della città

Forse non tutti sanno che la Chiesa di Santa Sofia da cui questa capitale europea prende il nome, non è dedicata a Santa Sofia martire romana del II secolo, ma bensì alla divina saggezza di Dio. L’amministrazione della città non essendo a conoscenza di questi fatti ha creato un madornale equivoco facendo innalzare, per celebrare la città, una statua della nota martire proprio sul luogo dove un tempo sorgeva la statua di Lenin.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati