The Hungry Tree, l'albero che si è mangiato una panchina

The Hungry Tree è un albero molto particolare, che si è letteralmente "mangiato" una panchina in ghisa

Fonte: Twitter

L’hanno soprannominato The Hungry Tree ed è l’albero che si è mangiato una panchina. Si trova in Irlanda e anziché nutrirsi tramite anidride carbonica, sole e acqua, ha pensato bene di crescere “assorbendo” un oggetto. L’albero, che ha circa 80 anni, è diventato molto famoso ed è situato nel parco della Honorable Society of King’s Inns a Dublino.

Si tratta della scuola più antica del paese che venne fondata nel lontano 1541 durante il regno di re Enrico VIII e si trova presso Constitution Hill. I giardini sono aperti al pubblico e si possono visitare dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 19,30. Nel fine settimana invece moltissimi turisti si riuniscono accanto alla cancellata, per sbirciare all’interno e avvistare il celebre albero. Nel corso degli anni infatti la pianta è diventata, a sua insaputa, molto famosa. The Hungry Tree infatti è così affamato da essersi “mangiato” addirittura una panchina di ghisa. L’oggetto è stato inglobato all’interno del tronco e catturato dalle radici.

Cosa è accaduto? Nel corso degli anni il tronco dell’albero è cresciuto più del previsto e si è andato a scontrare con la panchina di ghisa che era stata posizionata lì accanto. La pianta così ha in qualche modo “avvolto” la seduta, creandogli una sorta di fascia attorno. A testimoniare la forza di quest’albero (e della natura) il fatto che la panchina è stata addirittura sradicata da terra grazie alla sua azione. The Hungry Tree oggi viene fotografato e ammirato da centinaia di turisti in visita a Dublino, ma non è l’unico albero ad aver compiuto un’azione simile.

Sono tante le piante in giro per il mondo che sono riuscite ad inglobare nel proprio tronco degli oggetti. Grazie alla sua particolarità comunque The Hungry Tree è divenuto set di film e fiction ed è stato inserito nell’elenco del Patrimonio naturalistico irlandese.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti