Vasco Rossi: i fan accampati 2 settimane prima del concerto

220mila persone previste per il mega concerto dell'1 luglio a Modena, alcuni ragazzi accampati con le tende sono stati allontanati

I primi fan arrivati e accampati a parco Ferrari e prontamente sgomberati, mega piani di sicurezza, il primo soccorso in allerta con migliaia di volontari all’attivo e saldi anticipati. Modena in pratica è già satura della Vasco-mania quando ancora al concerto del Komandante mancano più di due settimane. Evidentemente 14 giorni non sono poi così tanti per un gruppo di fan sfegatati che hanno dormito in macchina fino a quando non hanno deciso di piantare letteralmente le tende vicino alla zona in cui si è iniziato a montare il megapalco su cui il rocker si esibirà l’1 luglio al Modena Park. Lo show segnerà il record mondiale di 220mila biglietti staccati di tutti i tempi nella categoria live a pagamento di un singolo artista.

Modena diventa quindi capitale del rock grazie all’evento musicale più atteso del 2017: il concerto celebra i 40 anni di carriera di Vasco Rossi e andrà a battere il record di paganti detenuto da Rio de Janeiro per gli Ah Ahin con 198 mila persone nel 1991. Il Parco Enzo Ferrari ospiterà i 220mila fan del Blasco e vanterà un palco di 150 metri, con oltre 1500 metri quadrati di schermi con una scenografia in ferro. I preparativi proseguono anche in Puglia a porte chiuse, dove verrà preparata la scaletta di oltre 40 canzoni per oltre 3 ore di festa.

Dopo gli attentati in Gran Bretagna l’attenzione è ai massimi livelli: controlli in tutta la città dal 29 giugno e numerose limitazioni soprattutto nell’area adiacente al parco suddivisa in zona blu e rossa; 5.500 gli addetti coinvolti. Il concerto sarà trasmesso in diretta in 140 cinema italiani per evitare il fenomeno dei bagarini. I fan non potevano rinunciare nello sbirciare il mastodontico palco, e da un paio di giorni un cospicuo gruppetto ha deciso di campeggiare lì per una ventina di giorni, giusto il tempo per assicurarsi di accaparrarsi il posto più vicino possibile al proprio idolo. L’impresa ha però attirato l’attenzione e l’opposizione dei residenti che hanno subito segnalato la cosa per evitare assembramenti in quello che è a tutti gli effetti uno spazio verde pubblico.

Lo sgombero forzato delle tende dei fan è stato quindi deciso dall’organizzazione, anche se il loro ritorno è quantomeno scontato, così come sono scontati i saldi anticipati nei negozi di Modena, una città che conta 180mila abitanti, colmata dagli oltre 220mila fan di Vasco. Il divieto di vendite promozionali è stato in via del tutto eccezionale messo in deroga per tre giorni dal Comune: il via allo shopping è confermato per sabato 24, giovedì 29 e venerdì 30 giugno.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti