Viaggi

Vivere, lavorare e mangiare a Minsk

Tutto quello che c'è da sapere sulla capitale bielorussa: dalla qualità della vita alle opportunità di lavoro offerte fino alle specialità gastronomiche

Fonte: google

Minsk è la capitale della Bielorussia. La città, fondata nel 1607 è tra le più antiche del centro Europa ed è costituita da un territorio che è rinato dopo le distruzioni del passato. Questo posto conta diverse industrie metallurgiche, tessili, alimentari e non solo. Minsk vanta anche alcuni musei, un’importante università e istituti di ricerca di pedagogia e medicina che la rendono un vero e proprio centro culturale.

La capitale bielorussa ospita sempre più italiani. Per trasferirsi qui è necessario seguire una precisa procedura burocratica. Innanzitutto, è d’obbligo munirsi per tempo di un passaporto e ottenere il visto.

Presso le ambasciate bielorusse presenti in Italia è possibile fare la richiesta per il visto. Successivamente, è bene effettuare il cambio moneta, tenendo presente che 1 euro è pari a 11235,25 rubli.

La vita

La capitale Minsk offre una qualità di vita non molto diversa dalle altre città europee. A detta dei turisti e degli italiani definitivamente trasferiti in terra bielorussa, le persone sono cordiali e disponibili e il costo della vita è tendenzialmente proporzionato agli stipendi percepiti. Inoltre, la pulizia delle strade e della città in generale non sembra temere giudizi.

Il lavoro

La motivazione che spinge la maggior parte degli italiani a trasferirsi a Minsk è la speranza di trovare un’occupazione. Non a caso in Bierlorussia le offerte di lavoro non mancano. Le figure professionali più richieste riguardano il settore del turismo. Infatti, diventare una guida che aiuti i turisti italiani a scoprire le bellezze della zona può essere un’ottima scelta.

Oppure, altrettanto richiesti sono gli insegnanti di lingua per gli italiani che si trovano in Bielorussia. Per trovare un lavoro in tempo breve, può essere utile iscriversi alla Camera del Commercio presso cui si trovano offerte in più settori, oppure accedere ai vari portali Internet che vengono aggiornati quotidianamente.

Specialità gastronomiche

Se siete a Minsk, non potete non concedervi una buona zuppa, il piatto principe della cucina bielorussa. Un esempio è la Khaladnik a base di barbabietole, uova, panna acida e patate. Queste ultime sono uno degli ingredienti più usati, tanto che i bielorussi vengono talvolta soprannominati bulbashi, ossia popolo delle patate.

Esse si possono trovare bollite, per esempio nelle minestre, oppure cotte al forno e servite con uova, cipolla e pancette come nel Babka di patate. Oppure c’è il draniki: una frittella di patate fritta e gustata a seconda dei gusti insieme a carote, panna acida, uova, pancetta, cipolle oppure funghi.

Per quanto riguarda i dolci, ricordiamo le syrniki. Si tratta di pancake di ricotta, farina e uova fritti, cotti al forno oppure al vapore. La farcitura può variare ed essere a base di albicocche secche, noci, uvetta o mele. Talvolta, questi pancake vengono serviti con marmellata, latte condensato o smetana.

I migliori ristoranti

Al Gallery Restaurant troverete un ambiente curato, un’ottima cucina e un eccellente rapporto qualità prezzo. Se siete di fretta, concedetevi un pasto veloce a Olivo, un ristorante che propone pizze, insalate e piatti caldi molto gustosi. Altrimenti c’è Beerzha in pieno centro e dallo stile moderno. Le porzioni sono abbondanti, i prezzi convenienti e le birre sono ottime.

Tra i migliori ristoranti c’è anche Dillo’s con il suo stile giovanile e accogliente, oppure Air Grip: il ristorante che accoglie tutti gli italiani che vogliono concedersi un buon piatto di pasta come fossero a casa. Qui lo chef vi proporrà ottime pietanze dal sapore nostrano e a un prezzo ragionevole.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati