Lifestyle

Zodiaco celtico arboreo, oroscopo e segreti degli alberi

Lo zodiaco celtico portà con sé numerosi segreti, misteri e leggende. Ecco qui elencate le particolarità di questa tradizione popolare molto affascinante

Fonte: flickr

Lo zodiaco celtico rappresenta uno dei grandi pilastri della tradizione popolare dei Celti che, per secoli, occuparono le isole britanniche e varie zone del ceppo europeo all’epoca dei romani. Sono, infatti, rinomati per le grandi conoscenze riguardo alle energie legate alla natura e per il sistema di numerazione dei giorni completamente differente dal caldendario romano. Ogni periodo dell’anno è abbinato ad un albero e ogni albero influenzerebbe le qualità e le virtù del bambino nato in quel preciso periodo. Per questo, l’ oroscopo celtico può essere considerato come “arboreo” grazie alla grande importanza religiosa degli alberi nella loro cultura.

In totale gli alberi che caratterizzano il sistema astrologico celtico sono davvero molti e dividono l’anno in 4 trimestri: Samain, Imbolic, Bealtaine e Lùnasa che sarebbero l’equivalente delle nostre stagioni, soltanto che il paragone risulta discordante dato il differente conteggio di inizio dell’anno (secondo i Celti il primo dell’anno corrisponde al primo di Novembre).
Gli alberi che hanno la funzione di anime verdi nello zodiaco celtico sono: la Betulla, il Sorbo, il Frassino, l’Ontano, il Salice, il Biancospino, la Quercia, l’Agrifoglio, il Nocciolo, la Vigna, l’Edera, la Canna e il Sambuco. Ad ognuna di queste piante sono, dunque, abbinate specifiche qualità che, secondo la tradizione celtica, si riscontrano fra le doti dei nati sotto l’influenza magica degli alberi protettori di ogni periodo.

Ad esempio i nati nel periodo della Betulla saranno portati ad assumere posizioni autorevoli o da leader grazie alla forza di determinazione derivante dall’energia della pianta, ed avranno caratteristiche affini a chi è abbinato all’Ontano. A differenza di questi, sarà più frivolo, fantasioso e sognatore chi è protetto dalla magia del Frassino. Ciò non si potrà dire per chi ha la protezione della Vigna che donerà lui un’eleganza sobria e ammirevole, fascino e impredivibilità. Un po’ come per il Sambuco che è sinonimo di senso d’avventura e, quindi, anche di imprevidibilità.

Le caratteristiche associate ai fiori ed alle piante continuano: il Sorbo qualifica soggetti originali e progressisti che prediligono le riforme sociali mentre gli animi cauti e diffidenti saranno protetti dall’energia del Biancospino. Insomma, il sistema astrologico celtico rispecchia pienamente ogni aspetto dell’animo umano, inteso come insieme di qualità, virtù, emozioni, passioni e anche difetti.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati