Sport

Il Pallone d'oro, il premio più ambito tra i calciatori

Il Pallone d'oro è il premio individuale più ambito nel mondo del calcio: ecco la storia

Fonte: flickr

Il Pallone d’Oro era inizialmente noto come Calciatore Europeo dell’Anno, ed è un premio che venne istituito espressamente per i giocatori del vecchio Continente. Fu creato dalla rivista francese France Football e viene assegnato a dicembre: l’onorificenza premia in particolare un calciatore che si è dimostrato il più forte nel corso del passato anno solare, indipendentemente dal club per il quale gioca.

Fino all’edizione 1994 il regolamento imponeva la provenienza europea del calciatore, mentre dal 1995 questa differenziazione è stata abolita e tutti i giocatori del mondo possono concorrere (tanto che venne coniato appunto il titolo più generico di Pallone d’Oro). Il premio viene sempre preceduto da una votazione, e i membri della commissione votante sono sempre dei giornalisti sportivi.

A partire dal 2010, quindi in anni piuttosto recenti, proprio in virtù dell’ammissione di giocatori provenienti da tutto il mondo, questo premio è stato accorpato a quello della FIFA (World Player of the Year), dando vita al premio congiunto Pallone d’Oro FIFA. I criteri per vincere l’ambito titolo iridato sono quattro, ovvero le prestazioni sia individuali che in squadra del giocatore nominato, il talento, la precedente carriera e il carisma personale del calciatore. Il primo Pallone d’Oro nella storia, nel 1956, venne vinto da Stanley Matthews, allora centrocampista del Blackpool. Per quanto riguarda le statistiche a squadre, il primo club a livello mondiale è il Barcellona , con 10 trofei vinti: essi furono assegnati a Luis Suárez, Johan Cruijff per due anni consecutivi, Hristo Stoichkov, Rivaldo, Ronaldinho e Messi, che detiene addirittura quattro premiazioni.

Seguono a ruota due club entrambi italiani, e sono a pari merito la Juventus e il Milan: la prima con giocatori come Omar Sivori, Rossi, Baggio, Zidane e Nedved e i tre Palloni consecutivi di Platini (1983-85) se n’è aggiudicati 8; la seconda, con altrettanti titoli, vide brillare nel proprio firmamento stelle quali Rivera, Gullit, Van Basten (anch’egli tre volte campione negli anni 1988, ’89 e ’92), Weah, Sevcenko e Kaka.

Il primo italiano ad aggiudicarsi l’agognato trofeo fu Gianni Rivera nel 1969. A seguire, il Pallone fu conquistato da soli tre italiani: Paolo Rossi, campione dei Mondiali di Spagna 1982 , Roberto Baggio, che lo conquistò nel ’93, ed infine il difensore della Nazionale Fabio Cannavaro nel 2006.

A livello geografico, le nazioni ad essersi aggiudicate in assoluto più Palloni d’Oro sono, a pari merito, la Germania e i Paesi Bassi, con 7 titoli ciascuna. Una curiosità riguardo a questo titolo è che né Pelè né Maradona, che sono considerati tra i giocatori più forti della storia del calcio mondiale, riuscirono mai ad aggiudicarsi il premio: questo dipese dal fatto che i regolamenti iniziali erano molto restrittivi sulla provenienza europea dei giocatori.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati