Imperdibili

Pericolo disidratazione per l'estate, ecco come accorgersene

Il pericolo disidratazione è un problema molto serio che si presenta spesso quando arriva il caldo. Vediamo dunque quali sono i sintomi più rilevanti

Fonte: pixabay

Il pericolo disidratazione è un problema da non sottovalutare soprattutto in estate con le elevate temperature che fanno perdere grandi quantità di liquidi attraverso il sudore. Come accorgersi di essere disidratati? Ci sono diversi sintomi che ci permettono di capire se abbiamo bisogno di reidratarci, vediamo nel dettaglio quali, quanti sono e come agire per migliorare la situazione prima che questa diventi più grave.
Il primo segnale per riconoscere la disidratazione è il bisogno di bere, inoltre quando siamo disidratati siamo più propensi all’irritabilità, alla fatica e ai cambi d’umore repentini e questo a causa della mancanza di minerali importanti.

Il secondo segnale può essere l’alito cattivo, non è detto che questo dipenda da ciò che si mangia, può dipendere proprio dalla disidratazione che abbassa la capacità di produrre saliva e causa la crescita di batteri che danno il via libera all’alitosi. Il terzo sintomo sono i crampi muscolari, i muscoli infatti, a causa della disidratazione, risultano molto affaticati poiché mancano sali minerali importanti come magnesio e potassio. Un altro segnale da non sottovalutare è la continua necessità di zucchero, quando si desidera mangiare un pacchetto di caramelle o barrette di cioccolato, allora si potrebbe essere disidratati.

Questo bisogno è dovuto al fatto che la mancanza d’acqua non ci aiuta a produrre glicogeno. Un ulteriore sintomo è rappresentato dalla difficoltà di portare a termine la propria serie di esercizi fisici, la disidratazione aumenta la pressione sanguigna facendo andare il cuore sotto sforzo e diminuendo la capacità di fare esercizio. Uno dei segnali più comuni è la secchezza della pelle che perde anche di elasticità, per accorgersene basta pizzicarla. Anche la vista annebbiata è un segnale di disidratazione, gli occhi infatti, a causa della mancanza di acqua nel corpo, diventano estremamente secchi.

Ultimo segnale, ma non meno importante, è il pianto senza fuoriuscita di lacrime, se accade ciò, significa che il nostro corpo ha una forte carenza di liquidi. Per rimediare a questa condizione, l’unica cosa da fare è bere acqua, almeno 2 litri al giorno, e mangiare molta frutta e verdura che aiutano, non solo a reidratarsi, ma anche ad assumere quei minerali fondamentali per il nostro perfetto organismo, come magnesio e potassio. Si può anche ricorrere a bevande zuccherate come tè freddo e succhi di frutta per reidratarsi.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati