Sport

Storia del Napoli, tra salite e discese

Il Napoli nasce nel 1926 dalla fusione di due società, ed è noto per la bravura dei suoi giocatori, come il mitico Maradona

Fonte: flickr

La Società Sportiva Calcio Napoli, fondata il 1 agosto del 1926 da Giorgio Ascarelli con il nome di associazione calcio Napoli, è poi diventato S.S.C. Napoli intorno al 1964. Il colore della divisa è l’azzurro e la mascotte è il ciuccio. Le partite interne vengono giocate allo stadio San Paolo (inaugurato nel 1959). Dall’anno di fondazione a oggi, il Napoli milita stabilmente tra le prime cinque squadre nella classifica di serie A.

Negli anni ha conquistato ben due scudetti, cinque coppe Italia, due Super Coppe italiane, una coppa UEFA, una coppa delle Alpi e una coppa di Lega italo-inglese. Intorno al 1993 il Napoli vive un momento di declino e con l’incombenza della crisi è costretta a cedere alcuni dei suoi migliori giocatori tra cui: Gianfranco Zola, Fonseca e Ferrara. Anche gli anni bui, come qualsiasi altra società sportiva, non sono mancati. Da qui le retrocessioni in serie B ( 1942-1943, 1947-1948, 1998-1999, 2000-2001).

I colori della divisa variano nel tempo, partendo da quella realizzata al momento della fondazione della squadra: maglia colore azzurro con colletto celeste e pantaloncini di colore bianco. Il colore azzurro è sempre rimasto, ma con il passare del tempo è aumentato lo spazio dato al bianco. Negli anni 1964 e 1965, il presidente Roberto Fiore, per una questione puramente scaramantica ha deciso di sostituire i colori della maglia: una striscia blu su sfondo completamente bianco con pantaloncini anch’essi bianchi.

Dal 1981 su tutte le divise compare il nome dello sponsor principale della squadra. Nel 2002-2003 (il Napoli si trova a disputare le partite in serie B) lo sponsor Diadora decide di realizzare delle maglie con strisce bianche e azzurre in stile tipicamente argentino con pantaloni bianchi o azzurri. L’attuale divisa invece, è interamente celeste, colletto e bordi delle maniche bianche con lo stemma del Napoli sulla parte in alto a sinistra della maglia. Lo stemma è ripreso sui pantaloncini bianchi o azzurri.

Anche lo stemma ha subito un mutamento negli anni. In principio era un ovale con sfondo blu e un cavallo su un pallone da calcio e ai lati l’iniziale dell’Associazione Calcio Napoli. L’anno dopo viene subito sostituito da uno stemma circolare con sfondo azzurro, una N color oro al centro e una corona esterna sempre color oro. L’attuale stemma è molto simile al precedente, solo che la N è di colore bianco. La squadra del Napoli gioca le partite in casa allo stadio San Paolo e l’inno è Napule è.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati