Viaggi

Tutte i consigli utili per una gita sul Lago di Braies

Tutte le informazioni sul Lago di Braies, paradiso delle Dolomiti, sopratutto per chi ama i camping

Fonte: pixabay

Parliamo di una meraviglia tutta italiana: il lago di Braies è una delle più grandi attrazioni dell’Alto Adige! Del tutto naturale, si tratta del lago più ampio delle Dolomiti. Cattura e incanta con il suo tipico colore smeraldino, sia d’estate che in inverno. Nella stagione fredda, tra l’altro, si copre sempre di ghiaccio e neve, rendendo il paesaggio in cui è incastonato davvero magico.

E’ sempre frequentato, in ogni stagione infatti offre diverse possibilità di svago: passeggiate, alpinismo, racchette da neve, nordic walking.
Si trova a 1.496 metri sopra il livello del mare e abbiamo detto che la sua superficie è vasta: parliamo infatti di circa 31 ettari. In lunghezza misura 1,2 km, mentre in larghezza quasi 400 metri. Tocca una profondità massima di 36 metri e, al di la dei dati tecnici, sul Lago di Braies si narrano diverse leggende.

La leggenda

Una leggenda narra che un popolo selvaggio arrivò sulle montagne alla ricerca di oro. Nella valle esistevano anche le popolazioni residenti, pastori e allevatori che, invidiosi dei nuovi venuti, organizzarono una spedizione punitiva per rubare le loro pietre preziose. Costoro si accorsero appena in tempo degli invasori e, per proteggere il loro tesoro, generarono delle fontane sotterranee e gettarono tutto l’oro in quello che diventò il Lago di Braies.

Ecco perché questa meraviglia naturale possiede dei colori così mozzafiato, si dice. Si possono ammirare da vicino grazie a delle graziose barche a remi che i locali noleggiano e permettono di raggiungere il centro e l’altra sponda del Lago.

Come raggiungere il lago

Ma dove si trova, nello specifico, il Lago di Braies? Per raggiungere questa località, si deve imboccare lo svincolo per la Val di Braies, localizzata tra Monguelfo e Villabassa. Ci troviamo in Alta Pusteria. La strada è facile: all’unico bivio che si incontra, si prende la strada in direzione del lago, dopo i villaggi di Ferrara e San Vito.

Viaggiare in camper

Esiste un parcheggio per i camper, ovviamente, per tutti coloro che la montagna amano viverla in libertà. Infatti, il primo parcheggio sterrato che si incontra prima della fine della strada stessa, si vedrà il cartello che lo indica come parcheggio autobus. Qui le tariffe per lo scarico e per la sosta 24 ore sono espresse chiaramente.

L’Area Sosta Camper infatti è situata a 500 metri dal Lago di Braies – Pragser Wildsee. Si differenzia, come abbiamo detto, per dei chiari cartelli: P1 è infatti la prima dei tre parcheggi dedicati all’accoglienza turistica. Nello specifico, P1 e P2 sono dedicati anche alla sosta dei camper. Il pagamento della sosta e del carico avviene presso il comodo bar e può avvenire tranquillamente su sterrato.

I camping

Gli amici dei caravan, che amano i camping, possono fermarsi al Camping del Plan San Vigilio di Marebbe. Questa struttura ricettiva della Val Badia è situato in una posizione davvero tranquilla, ma accanto al centro paese. Qui si può partire per Brunico e per tutta l’area del Plan de Corones dell’Alto Adige.

In zona più riparata il camping residence Chalet Corones a Rasun, nella Valle Anterselva. Questa struttura è immersa in un vero magico silenzio, rotto solo dai suoni della natura. Una scenografia mozzafiato per entrare nel cuore delle Dolomiti.

Insomma, ovunque decidiate di sostare, il Parco Naturale Fanes Senes Braies accoglie il visitatore con le sue meraviglie e la sua infinita superficie di ben 25.680 ettari, tra i paesi di Badia, Braies, Dobbiaco, La Valle, San Virgilio di Marebbe e Valdaora.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati