Imperdibili

Alimenti ricchi di Vitamina D: nutrizione e proprietà dei cibi

Gli alimenti ricchi di vitamina d, utile nella prevenzione dell'osteoporosi e di alcuni tumori, sono necessari specie a coloro che si espongono poco al sole

Fonte: flickr

È indispensabile fornire alimenti ricchi di vitamina d all’organismo quando non è in grado di elaborare tale vitamina in maniera autonoma. Nella maggioranza dei casi per mancata o insufficiente esposizione ai raggi della luce solare. La vitamina d è considerata essenziale per l’integrità e la salute del proprio corpo, a tutte le età e in modo particolare nei bambini e negli anziani. Nel bambino svolge un ruolo cruciale per la crescita, poiché favorisce l’assorbimento del calcio e la formazione delle ossa. Negli anziani è importante per prevenire l’osteoporosi, particolari tumori e il rischio di malattie cardiache.

In determinate condizioni, ad esempio nello sviluppo iniziale del neonato e finché il bambino è piccolo, in carenza di esposizione al sole o difficoltà nell’approccio alimentare, può essere necessario fare ricorso a particolari integratori, mentre nella maggioranza dei casi è sufficiente consumare alimenti ricchi di vitamina d. Negli integratori specifici, la vitamina d è presente nelle forme d2 e di d3, che necessitano però prima di una trasformazione a livello epatico e poi a livello renale, per essere biologicamente attive e pienamente funzionali.

Nell’alimentazione è estremamente importante tenere conto delle proprietà dei cibi, prima ancora di considerare altri fattori come il costo o il gusto. A parte l’olio di fegato di merluzzo, che è il massimo fornitore ma non un vero e proprio cibo, gli alimenti maggiormente ricchi di vitamina d sono soprattutto i prodotti della pesca: sgombri e pesce azzurro (ricchi anche di omega 3), anguilla, salmone, trota, pesce spada, tonno, aringhe affumicate, caviale e altre uova di pesce. Fra gli alimenti di origine animale si devono tenere in considerazione la carne di maiale, il latte, i latticini e le uova.

Il mondo vegetale è piuttosto carente di alimenti ricchi di vitamina d, occorre quindi compensare con le quantità, tenendo in considerazione il consiglio dei dietisti: consumare giornalmente 5 porzioni di verdura. Fra gli alimenti appartenenti al regno vegetale maggiormente ricchi di vitamina d spiccano i funghi, e fra questi i più dotati sono la Grifola Frondosa, la Spugnola, i Finferli e gli Champignon. Non sono da sottovalutare neppure i cereali per colazione, il latte di soia e i suoi derivati. Occorre sottolineare che la vitamina d non è danneggiata dalla luce, dal calore e dalla conservazione.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati