Imperdibili

Bellini: quali sono gli ingredienti di base e come si prepara

Il Bellini è un cocktail leggermente alcolico dal sapore fresco e fruttato, ideale come aperitivo al bar o per rallegrare una serata a casa tra amici

Il Bellini è un cocktail tutto italiano e per la precisione di origini veneziane. Fu creato all’Harri’s Bar di Venezia, intorno al 1940, da Giuseppe Cipriani, capo barman e proprietario del locale, in occasione di una mostra di pittura dedicata a Giovanni Bellini, cui fu appunto dedicato questo delizioso cocktail. Successivamente, dopo l’apertura di un Harri’s bar a New York, il Bellini sbarcò con grande successo anche negli States.

Preparare il Bellini è abbastanza semplice, a condizione però che si utilizzino ingredienti di qualità, che in questo caso sono solo due: Prosecco e nettare di pesca. Il primo dei due ingredienti è uno dei vini bianchi più conosciuti ed esportati d’Italia; prodotto nelle regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia, il Prosecco ha ottenuto nel 2009 la DOC. Certe volte si tende a sostituirlo con un normale Spumante o con lo Champagne, ma il Bellini originale richiede il Prosecco.

Il secondo ingrediente è il succo o nettare di pesca. Qui bisogna fare molta attenzione perché per preparare il Bellini ci vogliono esclusivamente le pesche bianche molto mature, che si trovano con facilità durante tutto il periodo estivo. Chi cerca di sostituirle con del semplice succo di frutta alla pesca commette un grossissimo errore, e ciò che otterrà non potrà certo essere chiamato Bellini. Quest’ aperitivo può essere acquistato in ogni supermercato, ma quello fatto in casa ha decisamente un gusto migliore.

Vediamo quali sono gli ingredienti e come preparare il cocktail Bellini.
Ingredienti: 2/3 di Prosecco; 1/3 di succo di pesca bianca. Preparazione: Scegliete delle pesche bianche belle mature e privatele della pellicina. Prendete un colino a maglie strette e, con l’aiuto di un cucchiaio, schiacciate la polpa delle pesche in modo da ottenere del succo privo di grumi. Il Bellini si crea direttamente dentro al calice e non ha bisogno dello shaker.

In un calice alto e stretto versate 1/3 di succo di pesca e 2/3 di Prosecco; mescolate con un cucchiaino di plastica per evitare che la pesca di ossidi. Ricordiamo che il calice deve essere ben fresco e quindi, va tenuto in frigorifero fino al momento di fare il cocktail. Il Bellini va consumato immediatamente per poterne gustare tutti i sapori e i profumi della pesca. In caso contrario, potete conservarlo in frigo per un paio d’ore.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati